Lara Croft mostra (ancora) le sue nuove curve…

Lara Croft mostra (ancora) le sue nuove curve a 360°

Una notte con Lara Croft

Nuovi scatti alle curve di Lara Croft

Immagini e appuntamenti al buio per Lara Croft

Lara Croft si mostra negli ultimi screenshot

Warren Spector esce con Lara Croft?

Quelli che avete appena letto sono alcuni titoli di articoli o di news tratti da vari siti riguardanti l’ultima incarnazione di Lara Croft (in uscita per vari formati)… mi chiedo quando si riuscirà ad andare oltre questo fastidioso sessismo nei confronti delle eroine dei videogiochi. Ogni volta che si parla di una protagonista donna (ma anche antagonista o semplice personaggio secondario) sembra scattare la molla della battuta maliziosa che viene vista quasi come una necessità o il segno di brillantezza da parte di chi scrive. Il superamento di questo modo adolescenziale di affrontare la sessualità nei videogiochi dovrebbe essere un obbligo per la stampa specializzata… ma si sa, le scorciatoie del pensiero sono difficili da abbandonare. E allora è meglio partorire il solito titolo con doppio senso annesso (che, va detto, fa molta presa sul lettore urlante e sbavante) piuttosto che rendere un qualche altro contenuto del gioco. Vabbé, è vero anche che i publisher non aiutano, visto che non riescono a rifuggire da certi stereotipi di personaggio… in fondo devono tutti vendere… i problemi dovrebbe porseli chi compra. Utopia.

4 comments on “Lara Croft mostra (ancora) le sue nuove curve…

  1. Eh beh, dato che sono messe li apposta, con le loro tettone e i culi con più poligoni dell’environment cirostante, direi che è quello il loro scopo.

    Se ci stava indiana jones al posto di lara si sarebbero fermati al primo capitolo(che era anche abbastanza osceno).

  2. Uè, firmatevi quando commentate!

    Indiana Jones con due pistole e fare salti mortali non ce lo vedrei, a dire il vero.

    Io nei picchiaduro prendevo spesso personaggi femminili (Chun-li, Nakururu…) perché mi piaceva giocare saltellando continuamente… a livello di game design col personaggio femminile spesso si vuole davvero trasmettere un feeling differente, non è solo una questione *sessista*.

  3. Non capisco come mai i personaggi femminili dei videogiochi abbiano tutti la quinta di reggiseno pur essendo molto agili. Sarà che le tette sballonzolanti fanno arrapare il quindicenne. Anche io nei picchiaduro uso le donne (con Athena faccio dei veri massacri).

  4. Anch’io pigliavo Chun Li, e pure parecchie palate nei doppi. E il picchiaduro virtuale, nei bar più scostumati, spesso sapeva come diventare davvero realistico, inoltre, (altro che revoluscion…) Complimenti all’articolista/alcolista capace di partorire il titolo con Spector, eccezziunale.

Leave a Reply