Piattaforme cartacee

I platform 2D su console casalinghe sono ormai merce rara e quei pochi che escono sul mercato li trovo eccessivamente contaminati dagli sparatutto. E’ per questo che l’imminente avvento di Super Paper Mario su Nintendo Wii, rappresenta una boccata di goduriosa aria fresca. Definirlo un platform 2D è però riduttivo, una caratteristica peculiare del titolo Nintendo è la possibilità di percorrere i livelli anche in profondità. Con la pressione di un tasto, la telecamera balzerà alle spalle di Mario, permettendogli di muoversi (per un tempo limitato) all’interno del livello, in 3D, scoprendo qualche segreto celato dalla visuale laterale e dandogli la possibilità di superare degli ostacoli apparentemente insormontabili. Ciò che salta all’occhio, comunque, è l’aspetto estetico: un tratto netto e “piatto” già usato negli episodi RPG della serie, che si fonde con alcuni elementi realizzati in stile bambinesco, forme abbozzate, spigolose e a tratti volutamente confuse. Formula alquanto vincente, per quel che mi riguarda: osservare il gioco in movimento è davvero una gioia per gli occhi (un interessante video da YouTube, che mostra alcuni colpi di genio presenti in questo titolo).

Super Paper Mario

Non mi dilungherò oltre sulle caratteristiche del gioco, il video e le immagini parlano da sole, sappiate soltanto che ci sarà molta carne al fuoco per deliziare gli amanti del genere e anche chi vorrà cominciare da questo titolo. Fra qualche mesetto tra le nostre vogliose mani (in USA uscirà ad Aprile), sperando solo di non dover scazzottare con qualche forzatura imposta dall’uso dei particolari controlli del Wii (che trovo poco adatti a un platform 2D classico).

14 comments on “Piattaforme cartacee

  1. Meno male che la Wii non si presta a titoli che contribuiscono a fare del videogioco un mezzo artistico. Anche se è vero che le cose più ispirate che abbiamo visto fino ad oggi sono nintendiane e comunque retaggio del Cubo.

    Chi vivrà vedrà!

  2. Hehe, non vedo l’ora che annuncino la data europea. ;D

    Guardate il video, circa a 18 secondi, Mario viene trasportato da alcuni quadrati, è spettacolare!!

  3. Uhm… o mi sfugge l’interattività della cosa, oppure la fase di trasportamento ad opera di rettangoli mi pare noiosa 😀

  4. I rettangoli semuoventi mi paiono la cosa meno interessante del gioco (alla fine fanno tutto da soli). Invece il fatto di viaggiare di traverso per i livelli 2D mi sembra un’idea davvero niente male!

  5. E’ l’idea che mi piace, l’effetto che ricrea. Certo, come dice un amico sarebbe stato meglio se fosse stato interagibile.

  6. Colpo di genio nintendaro (suppongo Miyamotiano)!
    Pare che presto assisteremo alla resurrezione dell’idraulico in grande stile, spero solo che per me non sia troppo facile.
    Ottimo agganciarsi a YouTube, continuate così!

  7. Secondo me il pad non creerà alcun tipo di problema: non mi pare siano previste interazioni col puntatore nè coi sensori di movimento che in alcuni casi (non tutti per fortuna) sono parsi più che altro delle forzature a controlli più tradizionali.

    Si lavora semplicemente di Dpad e di pulsanti, come il più classico dei platform 2D… con l’aggiunta per niente banale della profondità switchabile!

    Ovviamente lo attendo con ansia e ovviamente se Nintendo of Europe non si da’ una mossa prendo il Wii americano e mando tutti a quel paese 😛 (non esiste che ancora non si sappia nulla della release PAL…)

  8. Oh, come vorrei che uscisse anche per Gamecube.
    Fa un po’ rabbia, eh? Se Gamecube è in grado di far girare questo gioco sarebbe bello poterci giocare, ma Nintendo ha i suoi interessi nel piazzare i Wii con Mario.

  9. Si è vero. Ma ormai il cubo è morto e sepolto, un nuovo gioco non servirebbe a nulla, mentre il wii ha un sperato bisogno di uscite “importanti”.

Leave a Reply