Primitivo con tre vite che gironzoli

primitivo con tre vite che gironzoli
di pretese assai modeste senza calcoli
perlopiù cullato appeso alle improbabili
su liane per lo schermo dondolandosi
sgambettate salti al buio si susseguono
i colori accesi ai lati che fischiettano
mentre omini allegri sempre se la danzano
i remix classicheggianti di Diabelli e Bach

Fire Quest e il suo predecessore Ugh!

ritrovarsi come prima senza zigomi
in mutande già marroni che giurassiche
se tu sali più su vai rimpiccioliscono
prospettive che ora scagli su impassibili
con veemenza lance punte che attraversano
pterodattili nel cielo che colpiscono
uova in slip preservi in condizioni igieniche
troglodita modi spicci cavernicoli

molestando volli anch’io senza doveri ormai
quei ragnetti assai espansivi numerosi che
negli angusti prati verde-Commodore zig-zag
e pasciuti hanno tessuto nelle valli già
il nervoso balzo del tirannosauro Rex
dalle urgenze spinto a pasteggiare ignora che
una legge che governa questo mondo c’è
ma quei pixel lui scavalca ed è GAME OVER

sette schermi ti hanno dato senza scriverti
le battute a effetto proprie del tamarro-eroe
non c’è tempo per le pose dell’inutile
incurante sprite 2D che vai pragmatico
incendiando quei covoni che si spegnono
né la lava né i lapilli più ti tengono
sul ruscello lo scorpione che t’anticipa
l’iracondia della nuvola ti fulmina

3 comments on “Primitivo con tre vite che gironzoli

  1. Per la precisione, quello è un altro Ugh! (omonimo e di nove anni dopo, è quello del ’92 della Egosoft/Play Byte [che sarebbe la Blue Byte, poi]… ma, se pensavi fosse quello, non preoccuparti, praticamente tutti lo confondono 😀 , qualcuno anche con Caveman Ugh-Lympics… anche quest’ultimo non è un seguito o qualcosa del genere… negli anni ’80/inizio ’90 comunque giochi sugli uomini primitivi se ne vedevano di più, peccato).

Leave a Reply