Dedicata a Mass Effect

Ho attraversato spazi infiniti passando attraverso portali più antichi dell’uomo… e sono stato contento di scoprire che l’invidia del pene è diffusissima anche in campo interstellare.

Ho conosciuto genti di ogni angolo dell’universo (e devo dire che somigliano molto a quelle viste al cinema).

Io ne ho viste cose, ma anche no.

Ho esplorato pianeti, parlato con uomini potenti come dei e con donne piene di tentacoli.

Ho visto architetture futuribili… tutte uguali.

Ho combattuto mille battaglie con armi sempre più potenti, utilissime contro avversari sempre più potenti.

Solo una cosa non sono riuscito a fare…

Quindi mi è sorta spontanea una domanda:

chi cazzo ha rubato tutti i cessi dell’universo?

Ne avessi trovato uno!

9 comments on “Dedicata a Mass Effect

  1. A me devono spiegare come mai il Mako rimbalza in giro per una trentina di pianeti senza rompersi e alla fine si spacca per un c***o di viaggio attraverso il Condotto.

  2. Dai, non s’è spaccato, s’è solo cappottato.
    Comunque sono anche riuscito a farlo cappottare una volta.

  3. Cappottato con ruote tutte storte però… 🙂
    Anche io sono riuscito a farlo cappottare almeno tre volte (senza raddrizzarsi automaticamente).

    Grandissimo gioco comunque.

Leave a Reply