Castlevania: Order of Ecclesia

Sviluppato e Pubblicato da Capcom | Piattaforme Nintendo DS | Rilasciato a fine 2008

Il terzo Castlevania su Nintendo DS prende coraggio e abbandona alcuni dei mantra che i capitoli 2D della serie si portavano dietro dai tempi di Symphony of the Night. Il nemico è sempre Dracula, ma spunta una protagonista donna, tale Shinoa che deve eliminare le solite orde infernali sparse per diversi livelli. Quindi non è più presente un solo grande scenario, ma tanti sottoaree più piccole (rivisitabili a piacere) e un paio di aree di raccordo che servono per acquistare oggetti, ottenere informazioni e mandare avanti l’esile trama.

La novità maggiore e più gradita è la rielaborazione del sistema di combattimento. Addio alle armi progressivamente più potenti che si potevano trovare nei precedenti capitoli e che stabilivano una linea precisa da seguire per arrivare a essere imbattibili, in Order of Ecclesia la Capcom ha scelto una via differente, ovvero il giocatore deve assorbire dei glifi che sono associati ad armi e a poteri e deve assegnarli alle mani di Shinoa: il tasto Y è la mano sinistra, il tasto X è la mano destra, mentre il grilletto R permette di attivare uno dei poteri più generali (che vanno sempre assorbiti sotto forma di glifi).

Ma anche qui ho detto poco o nulla, ovvero il sistema è sì nuovo ma potrebbe ridursi a: “trova il glifo più potente e massacra tutti”, invece non è così; poiché i nemici reagiscono in modo molto differente a seconda dell’arma usata e anche un glifo potentissimo può risultare poco efficace contro un nemico ad esso resistente (ad esempio uno stocco è quasi nullo contro un non-morto).

Questa serie di cambiamenti rendono di fatto Order of Ecclesia molto più tattico dei suoi predecessori… e più difficile (anche se non drammatizzerei eccessivamente la cosa come hanno fatto altri, arrivando addirittura a sottolineare la difficoltà come un difetto). Particolarmente duri risultano i boss, contro cui è essenziale capire quale glifo utilizzare e come comportarsi.

Mai come in questo gioco la scelta della combinazione giusta di armi può fare la differenza tra una facile vittoria e una cocente (e veloce) sconfitta.

Eppure è sempre Castlevania, quindi aspettatevi moltissimi segreti nascosti in ogni dove, aspettatevi bonus vari (come fotografare i mostri o registrarne la voce) e aspettatevi il solito Dracula (cosa avrà di così terribile visto che viene mazzuolato da secoli senza riuscire a fare praticamente nulla?)

Concettualmente siamo all’apoteosi del platform 2D e qualitativamente siamo negli standard (altissimi) della serie. Certo, mette tristezza dover constatare che per l’ennesima volta è un Castlevania a stupire e non qualche brand nuovo (a che capitolo siamo arrivati? Ho perso il conto), ma poco importa; probabilmente è uno dei titoli più belli usciti per Nintendo DS nell’ultimo anno… questo è quello che conta.

18 comments on “Castlevania: Order of Ecclesia

  1. Io quello l’ho quasi sconfitto (cioe’ non ci sono ancora riuscito ma quasi :D) con le asce, che cascano giu’ e lo colpiscono sempre.

    Magari c’e’ qualche strategia migliore?

  2. Le asce vanno bene, ma è la posizione che conta. Io mi sono messo sulla sinistra dove era facile schivare la tenaglia e le bolle (per la prima basta abbassarsi sulla piattaforma inferiore). Una volta arrivati in cima, bisogna far cadere quella specie di lampadario sul crostaceo (colpirlo con le armi ordinario non basta).

  3. Piu o meno faccio lo stesso, mi metto sul gradino piu basso a sinistra evitando le tenagliate, colpisco con falcis (è la cosa piu aVesom che ho) e “cerco” di evitare quando sposta la chela lentamente di lato, solo ogni volta o finisco la carne, o cado durante i salti, o mi becco comunque qualche tenagliata e schiodo :asd:

  4. xnevade: le asce si prendono dalle armature che lanciano asce.

    Senza vantarmi, ma il granchione l’ho ammazzato al secondo tentativo e senza usare pozioni e carne… cercate di prendere tutti i glifi e scegliete la combinazione giusta! Diverrà tutto molto più semplice!

    x:coolgatto: invece di buttare i soldi nella collezione di Giulia pompinara, compra questo 😀

  5. Questi commenti sono la risposta all’implicita domanda di Simone: perché stupisce castlevania e non altro?

    Stupisce per il fatto che i suoi episodi, nonostante le meccaniche semplici, si portano dietro un bagaglio di contenuti immenso: le strategie, le armi, i boss spesso non sono che un ricombinare dei pattern di design consolidati nel corso degli anni a cui il giocatore deve rispondere con variazioni di meccaniche ormai note. Insomma c’è un meccanismo di comunicazione e di coerenza implicita dietro il gioco che funziona molto bene.

    Questo è un concetto assodato nel game design tradizionale (se prendi un wargame, ci sono delle nozioni di base che valgono sempre, idem per i boardgame a zone o per altri generi) ma che in quello videoludico spesso si confonde con la semplice imitazione o con il semplice riuso dei sistemi di controllo.

  6. anche in uno di quelli del gba, circle of the moon, bisognava collezionare delle carte e associarle in vari modi per avere accesso a vari poteri

  7. Gran bel gioco.

    Peccato per la grafica sottotono (i primi due episodi per DS erano più ricchi di tocchi di classe, senza contare l’esagerato riciclo di un paio di fondali) e per la difficoltà “illusoria”.

    Parti tutto gasato prendendo botte a desta e a sinistra godendo come un caimano ogni volta che muori ma dopo poco trovi (e con una facilità imbarazzante) un paio di combinazioni di glifi esageratamente forti e utili in ogni occasione.

    Tz.

  8. Ciao Denis, è il boss più semplice da eliminare.

    Quando piazza le bombe, trova un posto sicuro da cui assorbire il suo glifo. Tutto qui. Colpirlo in altro modo è completamente inutile.
    ci sono tre schemi con cui vengono piazzate le bombe, se ricordo bene. In uno devi rimanere davanti alla porta d’entrata, in un altro devi piazzarti sul quadrato più in alto sulla sinistra, mentre nel terzo su quello più a destra, subito sopra il boss.

  9. Sono al terzo BOSS e non riesco ad andare oltre la terza parte(Dove c’è una sola piattaforma)perchè mi ammazza….Ho provato con il vol fulgor e il falcis ma non muore(Gli do quasi 80 colpi)

Leave a Reply