La conferenza Sony: tutti aspettavano l’annuncio di un taglio del prezzo della PS3. La Sony ha stupito tutti: il prezzo rimane lo stesso.

PSP Go! Dove?
3222242121_c05cc71bf5Spero che i giornalisti che hanno parlato in modo esaltato della conferenza Sony abbiano avuto almeno la decenza di farsi corrompere a dovere. Non sopporterei se tanta piaggeria fosse del tutto spontanea (si scherza è… figurarsi, come si fa a non esaltarsi per giochi annunciati mesi fa?). Cominciamo dalla più grossa novità in casa Sony, la PSP GO!, ovvero una nuova versione della PSP senza gli UMD e con l’ergonomia studiata da un elfo sardo colto da itterizia cronica. La Sony ha sbandierato con grande soddisfazione i dati di vendita delle altre versioni della PSP che, pensate un po’, hanno superato i cinquanta milioni di pezzi venduti. Meno soddisfatti i publisher che non riescono a vendere i giochi PSP nemmeno allegandoli alle mutande usate di Scarlett Johansson o cercando di farli passare come degli ottimi schiaccia brufoli. Senza stare troppo a pensare a come funzionerà l’acquisto di giochi sulla nuova PSP (c’è chi dice che verranno regalati pagando prestazioni sessuali nei club privè… ma sono soltanto voci) e ai 16 GB di memoria interna della console, cerchiamo di definire il cervello di quello che ha deciso di mettere lo stick analogico in quella posizione. Le mie mani grosse e tozze già tremano nel doverla tenere in mano, visto che hanno deciso di piazzare tutto nella parte bassa. Solo guardandola in foto mi sono venuti i crampi preventivi. I giochi di lancio sono tutti dei nuovi IP… scherzavo. In effetti da questo punto di vista non ci si può lamentare, visto che hanno scelto di riesumare Gran Turismo Mobile, sparito nelle nebbie londinesi da tempo immemore. Sarà bello? Sicuramente sarà Gran Turismo, con tutti i suoi pro e i suoi contro. Altro titolo di sicuro richiamo è… un altro Metal Gear Solid? Ma quanti ne devono uscire? E basta su… ormai è peggio di Barbie. Il protagonista sarà Big Boss che andrà aiutato a cucinare dei piatti vietnamiti e a curare il suo pony, con filmati d’intermezzo di mezz’ora l’uno in cui illustrerà la sua filosofia della caponata…

Anche la Sony ha un nuovo controller…
…ma è talmente difficile da spiegare che non vale neanche la pena farlo. Vabbé, ci provo: afferrate il bastone della scopa, allungate le braccia in avanti e provate a farvelo passare dietro la schiena, mentre con la lingua leccate un criceto morto e con il sedere provate a regolare una bilancia di precisione. Resa l’idea? In realtà è più semplice di così e sfrutterà un controller e PlayStation Eye per codificare i movimenti del giocatore e permettergli di usare diversi attrezzi di plastica venduti in comode confezioni regalo. Resa l’idea? No? Durante la conferenza è stata mostrata qualche applicazione di questa roba che dovrebbe uscire durante la primavera del 2010. Niente di definitivo, comunque, visto che non è stato mostrato un singolo videogioco associato alla nuova periferica. Se ne riparlerà sicuramente più avanti, sperando che abbia maggiore successo di PlayStation Eye e che venga sfruttata di più…

Il clou
Il clou della conferenza Sony sono stati i videogiochi. Sì, incredibilmente non quella vaccata di Home, che tanto ci ha tenuti con il fiato sospeso negli scorsi anni. In realtà si è parlato anche del Second Life noiosissimo (Second Life è semplicemente noioso), ma per dire che ha avuto un certo successo e che l’85% degli utenti che lo ha provato ci è tornato almeno una volta… la prima per capire che non c’era un cavolo da fare, la seconda per tentare di capire se quella roba senza senso avesse appunto un senso oltre ad essere senza senso.
Ma parliamo di videogiochi che è meglio. Il grosso problema non è la qualità complessiva dei titoli presentati, Uncharted 2, Heavy Rain e Final Fantasy XIV sembrano molto belli e Last Guardian da solo vale l’acido buttato sul cranio di Joe per fargli perdere tutti i capelli. God of War 3 pare la solita sublime tamarrata, mentre finalmente si è riaffacciato sulle scene Gran Turismo 5, nel quale pare siano stati finalmente implementati i danni. Il problema è che mancava Killzone 2. Mi spiego: nelle scorse fiere c’erano Killzone 2 e Metal Gear Solid 4 e… bastavano. Qui a parte Last Guardian, che comunque rimane un titolo di minor richiamo per la massa, c’era poco a far affluire liquidi nelle mutande. Altolà: non sto dicendo che si tratta di brutti giochi, tutt’altro (forse i titoli presentati da Sony sono anche migliori di quelli Microsoft), sto solo dicendo che in generale è mancato quel sense of wonder che ha accompagnato le prime apparizioni dei succitati assenti. Oppure è la birra che mi fa straparlare.

17 comments on “La conferenza Sony: tutti aspettavano l’annuncio di un taglio del prezzo della PS3. La Sony ha stupito tutti: il prezzo rimane lo stesso.

  1. quel gioco di corse dove crei i circuiti dal nulla (dagli stessi di LBP o sbaglio?) mi ha incuriosito non poco.
    GT5… carina l’idea di implementare WRC e NASCAR.
    GoW3 LO VOGLIO, peccato che mi manchi il coraggio di comprare la console (anzi che dico, mi manca per comprare QUALSIASI console)

    ps: qualcuno si è accorto che stanno sviluppando un VERO Resident Evil per PSP?

  2. Insomma siam la, MGS4 e KZ2 -> GOW3 e GT5, vecchi brand erano quelli, vecchi brand sono questi, certo in un periodo come questo, è brutto dirlo, ma fan gola, poi qualcuno per essere pignolo POTREBBE voler chiedersi dove sono le nuove Idee, poi ti giri, vedi il cardiometro,e allora ti stai zitto e quieto.

  3. lol@lambo

    Diciamo che la conferenza Sony sul piano della lineup delle PS3 è stata la pià convincente della fiera. Concordo con Karat che forse è mancato il gioco, la classica sorpresa che sbalordisce tutti e fa parlare di se per due settimane di fila. Detto questo, io aspetto comunque con decisa trepidazione sia Last Guardian, sia God of War 3.

  4. secondo me la conferenza si è salvata gli ultimi 10-15 minuti ed i primi 10 ( a me MAG continua ad ispirarmi una cifra ), uncharted 2 stupendo, gow3 bello e tamarro ( uguale agli altri e ciò è un bene ), ff14 frega uncaz ( ma è comunque una bella mossa di sony anche se sarà pure PC… magari con crosplatform ), GT 5 mi sono venuto nelle mutande ( tenetevi forza IO continuo a preferire gran turismo ), poi ci sarebbe sto Agent anche se non si sa nulla se non l’ambientazione ( anni 70 piena guerra fredda ), interessante anche ModNation racers bello sopratutto l’editor dei tracciati. Psp go… bhò detengo già la “vecchia” continuerò con quella però voglio soul calibur adesso poi che c’è kratos! Del controller di movimento frega niente. Secondo me comunque è stata la conferenza migliore

  5. comunque dalla conferenza a porte chiuse square hanno confermato il crossplatform ed anche il fatto che probabilmente uscirà anche per il botolo bianco, ah già parlo di ff14

  6. Alla conferenza Square-Enix dedicata a Final Fantasy XIV hanno pure aggiunto che stanno valutando l’uscita per altri hardware.
    Leggasi: al più presto lo convertiremo per Xbox 360.

  7. Dunque devo dire che quest’anno le conferenza non sono state noiose. Nessuna, neanche quella Nintendo (forse un poco sì in effetti e comunque la peggiore in assoluto).
    Sony ha presentato una serie di prodotti validissimi e ha dimostrato che quando vuole ci sa fare, con le sue belle esclusive che renderanno la PS3 indispensabile ai più (almeno a coloro che vorranno mettere le mani su GOW III, Uncharted e un altro paio di belle esclusive). Microsoft ha consolidato il suo potere con un minor numero di esclusive (ormai quelle che si è accaparrate negli anni scorsi erano già tante) ma con Project Natal che potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio: da un lato potrebbe essere la’evoluzione del Wiimote e dei prototipi stile Wiimote presentati da Sony, d’altro canto potrebbe però rimanere fine a se stessa se le terze parti non lo sfrutteranno a dovere (cosa molto probabile visto che ancora il Wiimote dal 99% dei giochi è sfruttato da schifo dopo tre anni, quasi, di presenza sul mercato del Wii). La conferenza Nintendo, come già accennato è stata meno noiosa degli anni scorsi ma i dati di vendita snocciolati sono ancora troppi e gli annunci tutti conferme di titoli che si conoscevano già tranne le novità ovvero Super Mario Galaxy 2 e New Super Mario Bros su Wii, Metroid Other M e qualcos’altro. Ritengo che i titoli su Mario siano più dei contentini fatti con pochi soldi per i pochi hardcore rimasti e che Other M sia un po’ una boiata, anche se spero che non lo sia ovviamente.
    Bell’E3, belle conferenze, bello tutto. Speriamo che le promesse fatte siano poi mantenute e che iddio ce la mandi buona.

  8. Concordo sul fatto che i due Mario siano praticamente già fatti, e che NATAL sia al momento poco più di una stupenda promessa.
    Per quanto riguarda Other M, invece, il successo dipenderà da come il Team Ninja bilancerà le varie prospettive di gioco che intende adottare. Per un fan Nintendo, immagino che non possa esserci orgasmo più grande del vedere Samus balzare addosso a Ridley e scatenare un bel fascio di plasma sul suo cranio beccuto; farlo in stile Ninja Gaiden, poi, non avrebbe prezzo.

    Diciamo che tra tutti i contendenti, quella che ha le maggiori probabilità di mantenere le promesse è proprio Sony: i giochi in arrivo sono straordinarie dimostrazioni di quanto sia prematuro inneggiare all’ obsolescenza degli schemi di controllo classici.
    Il motion controller Sony aggiunge l’asse Z a quello che è fondamentalmente un Wiimote della seconda ora, ed al contrario di NATAL gestisce la ricognizione spaziale con maggior precisione (vedasi il movimento dell’ avatar di Kudo Sunoda sulla NXE, a tratti incoerente) e reattività (vedasi la demo tecnica di Breakout).

    La tecnologia è migliorata, insomma, ma come ben dice il Verri sfruttarla a dovere è un’altro discorso: purtroppo, quello del motion tracking è un territorio nel quale la spazzatura può (TROPPO) facilmente diventare oro.

Leave a Reply