[Gli ani in faccia] Revocato l’ano in faccia a Eiji Aonuma

In virtù della lettura della notizia in lingua inglese, molto diversa dalla versione tradotta in italiano, revoco l’ano in faccia a Aonuma e me lo piglio io per la troppa superficialità con cui l’ho assegnato. Che l’ano in faccia mi colga, quindi! E fanculo!

Foto di: witness 1

31 comments on “[Gli ani in faccia] Revocato l’ano in faccia a Eiji Aonuma

  1. Io sto giocando ad OOT in questi giorni e anche se la grafica la reputo superlativa per il N64 sul resto credo abbia abbastanza ragione. E’ farraginoso e ci sono delle sezioni in cui il sistema di controllo ormai fa notare i suoi anni (e a dirla tutta non è che fili liscio come SM64). Rimane un gioco di qualità medio-alta ma, IMHO, il seguito lima molti di questi difetti.

  2. Anè, è ovvio che ogni videogioco sia figlio del suo tempo. Se Nintendo facesse uscire un nuovo Zelda con la grafica di OOT verrebbe massacrata. Detto questo non si può rileggere un gioco del passato buttandogli addosso le versioni moderni, anche perché, ribaltando la questione, si potrebbe affermare senza remore che i moderni Zelda senza OOT non esisterebbero neanche.

  3. E poi, per concludere, è come se una casa automobilistica confrontasse il uso ultimo modello con uno di cinquant’anni fa dicendo che, in fondo, va meglio…

  4. Se Nintendo facesse uscire un nuovo Zelda con la grafica di OOT verrebbe massacrata.

    L’ha quasi fatto con Twilight Coso :asd:

    Per il resto, di minchioni è pieno il mondo, sia da un lato che da un altro della barricata, curioso come in questo caso il prodotto sembra essere più intelligente di più di chi l’ha creato.

    Non sarà invecchiato benissimo (ma qualche VG invecchia bene!?) ma sono uno dei tanti che può dire “io c’ero” quando usci OOT, e mi ricordo bene l’effetto che fece al mondo videoludico, chi non se lo ricorda.

  5. Ma di che ani stiamo parlando? Maschile o femminile?

    Il discorso di Aonuma si è autodistrutto nel momento in cui ha citato la grafica, ma ci sono altri punti meno degni di ano…
    Ci sono stati giochi figli del loro tempo, ma già perfetti, ed altri grandiosi ma non impeccabili. Per esempio i castlevania 2d hanno guadagnato un sistema di controllo che permettesse di muoversi in modo dignitoso.
    Ovviamente stiamo parlando solo di scelte tecniche e progettuali che potevano in teoria essere state fatte, con tutto il background che ci va dietro.

    Comunque Aonuma ha citato la grafica, quindi un po’ di ano se lo piglia.

  6. Qualche caduta OOT ce l’ha pure a livello di design, l’enigma della frecciata al sole è da antologia del disonesto videoludico.

    In ogni caso immagino che per la questione grafica si riferisse in rapporto all’epoca…

  7. Secondo me considerando il livello di altri giochi N64 nella loro epoca (lasciate perdere il fatto che io ci stia giocando adesso) Zelda non è che ne esca benissimo sul fronte ergonomia. La grafica la trovo molto bella, in relazione a quello che poteva fare l’N64. Anche qui Majora’s fu superiore, ma più per atmosfera che per dettaglio e, ovviamente, poi ci sono i gusti personali.

    Super Mario 64 era di due anni prima ed ancora oggi si gioca benissimo, Zelda sembra come i primi titoli per PS1: il sistema di controllo è intricato e sembra fatto più per giustificare il controller che la giocabilità.

  8. Comunque Karat, quel: “qualsiasi Zelda odierno è tecnicamente superiore” è veramente una buffonata (spero sia un errore di traduzione, da una persona del suo calibro ci si aspetta altro) ma soprassedendo la frase in questione ed i discorsi sulla grafica, non tutto ciò che dice è del tutto fuori luogo.

  9. Matteo sono daccordo con te e sono sicuro che Aonuma, non essendo il primo coglione ma soprattutto avendo lavorato ad OoT e relativi sequel, intendesse proprio quello che dici.

    Basta con questo costruire un castello di “Ommioddio” su traduzioni dal giapponese all’inglese all’italiano e poi copiate e incollate fra 5 siti… fonte: Multiplayer.it?? Ma dai.
    Sembra la storia che qualcuno qui su AL ha costruito su quello che chiamavano Kind Code e che poi alla fine ora che è uscito la gente manco lo trova nel gioco…

  10. C’è da considerare che è il primo Zelda in 3D, quindi è normale che il controllo non sia perfetto e che sia stato limato andando avanti. Non capisco propio il senso di questa affermazione! (tra parentesi, per me il miglior Zelda 3D è Majora’s Mask)

  11. secondo me a parte che bisogna vedere come è stato tradotto il discorso, secondo me lui intendeva che non era perfetto (infatti si sa che “mancano pezzi”, come il discorso della triforza e diverse incongruenze qua e là)

  12. Ciao a tutti.

    Vorrei aggiungere una cosa alla discussione. Forse non tenete in conto una variabile: quando questi personaggi parlano, parlano a dei giornalisti. Quando parlano a dei giornalisti, stanno facendo operazione di PR. Credete sul serio che Aonuma-san dica quello che pensa veramente? Non credo. Ogni parola è pesata e valutata molto prima di essere detta.

    Poi, leggendo l’intervista riportata in inglese, dice una cosa un po’ diversa:

    “There were a lot of things we couldn’t do [back with OoT] due to technical limitations. But I think we’ve been solving those issues with every Zelda since then. With each entry, I’ve tried to add things I couldn’t do before. Actually, it’s like I’ve been remaking it during these years. So if you ask me if there’s going to be a Zelda remake… I thought I was making it all this time! So it maybe I haven’t done well enough, I haven’t been up to the expected level.”

    Solo dopo aggiunge che

    Past things belong to our memories, and they grow bigger in there. If you play Ocarina of Time nowadays, you notice that it’s not that good.

    A me sembra che intenda dire che noi tendiamo a “migliorare” certi ricordi e che quindi un gioco a cui siamo particolarmente affezionati ce lo ricordiamo molto migliore di quello che fosse. E su questo credo che abbia la sua buona parte di ragione. Non ha mai detto che “Zelda non era poi così bello”. Probabilmente lo avrebbero licenziato in tronco se avesse detto una cosa del genere.

    http://www.gonintendo.com/viewstory.php?id=105209

    Un appunto finale: il padre di Zelda è Myamoto, non Aonuma 🙂

  13. Eiji Aonuma ha sporcato un po’ l’immagine di OOT per rendere TP e gli Zelda futuri meno mediocri al confronto.

  14. Inoltre leggendo il link all’intervista completa, la continuazione della frase “incriminata” cambia completamente il senso del discorso…

    Any present Zelda is technically superior. Everything goes faster, more fluid… but to best Ocarina of Time, a great change –comparable to what happened back then- must be introduced. And that’ll be rather complicated”.

    Giustamente dice che ogni Zelda successivo è tecnicamente migliore di OOT, ma per superarlo sarà necessario (e complicato da attuare) un grande cambiamento, comparabile al passaggio tra gli zelda 2d e quelli 3d, in pratica.

  15. io direi che non è colpa di karat, o perlomeno, ha peccato di ingenuità a fidarsi di un covo di cialtroni illetterati come multiplayer. questo gli insegnerà a risalire alle fonti, e non è mai troppo tardi per imparare. una pacca sulle spalle a simone che mi deve anche regalare fairytale fights!

  16. guarda, in linea di massima, ti basta fare così:

    – ignora i siti italiani
    – quando ti arriva una notizia in italiano, dici “non è vero”
    – quando ti arriva una notizia in italiano plausibile, dici “non è vero ma controlliamo”
    – quando non la leggi su almeno due siti diversi di lingua inglese, non è vero nemmeno in quel caso
    – controlla sul gaf in ogni caso, alla decima risposta qualcuno che ti spiega la rava e la fava lo trovi. una volta funzionava slashdot.
    – quando la leggi su gonintendo, 4colorrebellion o dei siti che non hai mai sentito nominare, molto probabilmente non è vero. a volte anche kotaku.
    – se l’ha postata gaul o qualcuno di simile su tgm, è al 100% una stronzata
    – risali tutte le fonti, sempre, sino alla dichiarazione originale in suomi e lì usa google translate per sfizio. ricordati che gli americani non sanno le lingue per cui se una notizia non parte da loro c’è un’alta probabilità che sia stata completamente fraintesa
    – qualche volta è falso lo stesso, qualche volta anche se è incredibile è vero. usa l’istinto! eiji aonuma ha fatto majora’s mask, va bene che twilight princess è una cazzata ma lui non può essere TUTTO stronzo.
    – dubita! “se è vero” “ci riserviamo il diritto di” “ma sarà proprio così?”
    – scava.

    fine della lezione gratuita e non richiesta

  17. Beh, ammettere uno sbaglio non è da poco. Bell’anno in faccia dunque (mi fa morire questa espressione) e bello anche quel tettuccio di eternit sopra link LOL

Leave a Reply