L’usato continuerà a vivere, almeno nel Digital Delivery

Greem Man Gaming (sito ancora in costruzione) ha intenzione di realizzare, in Inghilterra, la prima piattaforma di Digital Delivery che fornirà anche un servizio di vendita usato. In pratica ogni utente avrà la facoltà di rivendere i propri videogiochi acquistati (sulla stessa piattaforma) ad altri utenti, fissandone un prezzo a piacimento (non abbiamo altri dettagli al momento). Gian Luzio, chief operating officer dell’azienda, assicura che per ogni rivendita i Publisher intascheranno delle cospicue royalties.


Questa piattaforma, che verrà lanciata durante il primo quadrimestre di quest’anno, offrirà 400 titoli mirando a raggiungerne ben 2000 per la fine del 2010.

Quantomeno interessante, non vediamo l’ora di provarla, sperando che non rimanga confinata al solo territorio internettiano britannico.

3 comments on “L’usato continuerà a vivere, almeno nel Digital Delivery

  1. Penso sarà difficile che i publisher siano tutti daccordo, Stardock è parecchio che ci prova e ha già la tecnologia per farlo. Il fatto è che ai publisher fa comodo che il bene che vendono si esaurisca una volta acquistato così possono fare vendite falsate dalla mancanza di alternativa.

Leave a Reply