Annunciato Civilization V

Finalmente è stato annunciato il quinto capitolo della serie di strategici a punti di Sid Meier, Civilization V! L’uscita è prevista in autunno. Ecco le prime immagini.

Ed ecco le caratteristiche (copiate dal comunicato stampa ufficiale):

  • Believable World: More than just a strategy game — the expanded visuals and immersive audio invite would-be kings to take up the reigns of power and forge a mighty empire.  Civilization V offers a limitless variety of vast, realistic and diverse landscapes for players to explore, battle over and claim as their own.
  • Inviting Presentation: An intuitive interface eases both new players and Civ veterans into the game. Guided by a set of trusted advisors who will explain game functionality and provide counsel for significant decisions, even first-time players will be confident in the choices they make.
  • Huge Battles: Combat is more exciting and engaging than ever before. Wars between empires feel massive with armies spreading across the landscape. The addition of ranged bombardment allows players to fire weapons from behind the front lines, challenging players to develop clever new strategies to guarantee victory on the battlefield.
  • Live History:  Write your own epic story each time you play! Choose one of eighteen historical civilizations to lead from the stone-age to the space age on your quest to build the world’s most powerful empire.
  • Improved Diplomacy: Negotiate with some of history’s most cunning rulers, each with a well-crafted plan for victory. Successful diplomacy will depend on players carefully managing relationships with other leaders, trading items and land, plying them with gold, and deciding if they are friend or foe. City States will present a new diplomatic battleground on which the major powers of the world will vie for supremacy.
  • In-Game Community Hub: Compete with Civ players from all over the globe via the Internet and Play by Email, or compete locally in Hotseat and LAN matches, offering endless ways to rule the world. The game itself now serves as the hub of community activity, featuring the ability to share scenarios, compare scores, brag about achievements and visit one of the thriving Civ fansites without leaving the game. It’s now easier than ever for players to become involved in the global Civ Community.
  • Modability: With unprecedented modding tools, players will have unlimited options for modifying Civilization V any way they like.

Ubisoft lancia il primo DRM che non fa vendere i giochi

Ubisoft conferma che per giocare ad Assassin’s Creed 2 per PC ci sarà bisogno di una connessione attiva per tutta la durata delle sessioni di gioco. I salvataggi risiederanno in remoto, su un fileserver basato su cloud computing, esattamente come l’analogo servizio Steam. Il gioco sospenderà automaticamente l’azione se la connessione verrà interrotta per qualche motivo.

Cosa guadagnano i giocatori da tutto questo?

Ma è semplice! Una istantanea portabilità delle partite su qualsiasi PC (certo, dopo aver installato il gioco ed aver trovato il modo di avere una connessione attiva), un profilo simile a quello di Xbox Live (allora perché non supportare Games 4 Windows Live, geniacci, così tirate dentro anche i vostri utenti Xbox in virtà del profilo unificato?) e, ovviamente, degli achievement.

Si vocifera che il primo sbloccato non appena si logga nel servizio sia: “Bravo Coglione!”.

PS: Quando dicevo che i salvataggi server-side erano male, intendevo proprio applicazioni come questa!

[Retrospec] River Raid

Oggi pubblico un prezioso contributo di un nostro animale da forum, Malachi Harkonnen, che qualche giorno fa si è lasciato andare ad una nostalgica recensione di quello che un po’ tutti abbiamo scoperto essere un grande classico dell’era Atari 2600.

River Raid per l’Atari 2600 ha un posto speciale nel mio cuore: ventidue anni fa, è  stato il mio primo videogame. Fu un colpo di fulmine a prima vista: il programmatore Carol Shaw aveva distillato in una cartuccia di plastica nera con una ROM di 4KB (un videogioco in soli 4KB … i file vuoti di Word ne occupano 12) un piccolo capolavoro.

Il videogame in questione è uno sparatutto a scorrimento verticale. Per la precisione, River Raid fu il primo videogioco a introdurre il concetto di “scorrimento”. Prima di esso i videogiochi era confinati in una o più schermate fisse che si alternavano in sequenza.

Controlliamo un’areoplanino giallo itterico in volo sopra un fiume (che nella mia fantasia fanciullescha era l’Arno), e dobbiamo avanzare di livello in livello, distruggendo elicotteri, navi, jet (piccoli infami bastardi che spuntano dai lati dello schermo a velocità supersonica), e ponti, evitando nel frattempo di schiantarsi contro argini e isole ( il pilota evidentemente vola a mezzo centrimetro di quota).

Come se non bastasse dobbiamo preoccuparci anche del livello del nostro carburante: quando l’indicatore, situtato in fondo allo schermo, segnala che siamo completamente secco, il nostro areoplanino precipita e perdiamo una preziosa vita. Fortunatamente, lungo il fiume sono presenti delle chiatte bianco-rosse (solo oggi ho scoperto che si trattava di chiatte; per me erano e rimangono dei semplici barili dai colori sgargianti), volando sopra di esse è possibile riempiere al volo i nostri serbatoi. E’ anche possibile distruggere le chiatte, ponendoci di fronte un dilemma morale: punti immediati o benzina? Il nostro stile di volo influisce sui consumi, aumentando la velocità la nostra autonomia di volo diminuisce, tuttavia una rapida accelerazione può salvarci la vita da un ostacolo, mentre rallentando è possibile manovrare con più facilità, risparmiando al tempo stesso il prezioso carburante.

I livelli sono generati in maniera pseudo-casuale, garantendo così una sfida sempre nuova ad ogni partita, la grafica è minimalista (stiamo parlando di un gioco che ha più di un quarto di secolo d’età, dopo tutto), nonostante ciò River Raid è invecchiato molto bene, e ancora oggi risulta gradevole agli occhi, con le sue casine fatte di Lego e le esplosioni di pixel psichedelici.

Il sonoro, tenendo conto delle limitazioni hardware dell’epoca, svolge alla perfezione il suo lavoro. River Raid è uno di quei giochini semplici e immediati, che provocano dipendenza , come Tetris o Space Invaders, che ognuno di noi deve provare almeno una volta nella vita. Non vi tormentera’ con storie (in)degne di Sentieri, si limitera’ a farvi divertire. Ed è per questo che esistono i videogiochi.

Piccolo extra: River Raid come molti altri titoli dell’epoca mancava di un finale vero e proprio, tuttavia accumulando un milione di punti era possibile mandare in tilt il videogame … quando si dice essere nerd fino al midollo.

Nuove immagini di Ghost Pirates of Vooju Island

Bill Tiller, che recentemente ci ha deliziato con A Vampyre Story, sta per tornare con un titolo di cui non sta parlando praticamente nessuno: Ghost Pirates of Vooju Island. Un’altra avventura grafica, ovviamente. Ovviamente qui su Ars Ludica siamo degli sfigati e quindi lo stiamo attendendendo con una certa ansia (nell’attesa torturiamo il Lamb-o)

SITO UFFICIALE

Nuove immagini di Black Mirror 2

Sono state pubblicate nuove immagini della promettente avventura grafica di dtp entertainment AG in uscita il 30 Aprile 2010. Il primo era bellino, nonostante le ingenuità. Chissà se il seguito riuscirà a mantenersi sullo stesso livello.

SITO UFFICIALE