Per Bioware Final Fantasy XIII non è un RPG

Dopo il pessimo exploit di Mass Effect 2, la figuraccia con Awakening e quella ancora più grave dopo la patch 3.30 su PS3 (ricordo che su PS3 Dragon Age è passato dal funzionare male al non funzionare affatto), cosa fa una software house in crisi palese?

Inizia di nuovo una sterile polemica contro uno dei suoi più acerrimi avversari al botteghino: Final Fantasy XIII, illudendosi che mettere le parole in bocca ai suoi fan più accaniti possa colmare il divario di vendite tra un Mass Effect 2 ed un Final Fantasy XIII (indizio: il triplo). O tra un Mass Effect 1 ed un Mass Effect 2, se vogliamo giocare in casa.

La tesi: lo staff Bioware di Old Republic, forte di un franchise che fa vendere milioni di copie anche alla tazza di Jar Jar Binks, pensa che Final Fantasy XIII non sia un RPG, che detto da uno che lavora ad un MMOG è un’affermazione di un certo peso. Resta da capire quale sia il nuovo, inarrivabile standard di Bioware per gli RPG. Un clone di Call of Duty 2 con progressione predeterminata ed un sistema morale inesistente? Con le spade laser?

Nonostante tutto, lo staff di Old Republic non fa proprio una figuraccia, visto che anche The Escapist fa loro notare che Square Enix stessa ha dichiarato a 1UP di non aver creato il gioco seguendo i canoni degli RPG tradizionali (e purtroppo si vede) al fine di orientarlo ad un mercato più vasto.

Resta da capire perché anche Old Republic sia entrato nel giro dell’hype da strapazzo di stampo EA. L’annuncio del ritardo del gioco e questo tipo di uscite farebbero pensare alla preparazione ad una release affrettata per limitare i danni, come fatto per Mass Effect 2.

Intanto il pubblico pagante si chiede perché invece di sprecare risorse per interviste idiote Bioware non rimedi al caso Dragon Age: tra meno di una settimana escono i nuovi DLC (speriamo funzionanti, stavolta) ed il gioco freeza ancora ogni 10 minuti.

Il sito di Lost Horizon


Visto che questa avventura mi sembra promettente, sfrutto l’annuncio del lancio del sito ufficiale per darle un po’ di visibilità. Gli screenshot mi ricordano molto il secondo Indiana Jones, come atmosfere generali, ma potrei stare scrivendo una grossa castroneria meritevole della castrazione chimica. Comunque, visto che gli autori sono gli stessi dei Secret Files, sono parecchio fiducioso.
——————————————————————————
Deep Silver, marchio videoludico di Koch Media, azienda leader nella produzione e distribuzione di prodotti d’intrattenimento digitale, ha aperto un portale d’informazione su “Lost Horizon” dedicato ai fan delle avventure. Progettato per assomigliare a un’anteprima cinematografica, il sito web http://lost-horizon.deepsilver.com dà ai suoi visitatori maggiori informazioni sul nuovo gioco per PC sviluppato da Animation Arts. Il sito ufficiale di “Lost Horizon” sostituisce la vecchia pagina teaser.

Lo schermo mostra le prime scene del gioco. Sul lato destro dello schermo, gli spettatori possono vedere immagini che forniscono altre anticipazioni sull’incredibile varietà di ambientazioni in “Lost Horizon”. Sulla sinistra, si possono vedere i bozzetti dei personaggi, scaricabili anche come sfondi per desktop. http://lost-horizon.deepsilver.com offre anche notizie in diverse lingue, oltre a dettagli interessanti sul gioco. I visitatori del sito possono anche iscriversi alla newsletter e chattare nei forum con altri fan delle avventure.

“Lost Horizon” è il terzo titolo di Animation Arts, gli sviluppatori della pluripremiata serie Secret Files. La classica ambientazione negli anni ’30, luoghi affascinanti da esplorare tra cui Hong Kong, Tibet e Marocco e un’avvincente ricerca per svelare uno dei più grandi misteri dell’umanità fanno di “Lost Horizon” un titolo che terrà di sicuro i fan delle avventure incollati agli schermi.

La storia
1936: a Fenton Paddock, ex soldato britannico e sfortunato contrabbandiere, viene chiesto di cercare una spedizione scomparsa in Tibet. Lungo il viaggio, incontra degli sgherri dei nazisti che seguono una pista lungo i monti dell’Himalaya alla ricerca di armi occulte da usare per alimentare i loro piani di conquista, nella speranza di ritrovare uno dei più grandi segreti dell’umanità: la leggendaria Shambala.

Notizie sul prodotto
Piattaforma: PC
Genere: avventura punta e clicca
Sviluppatore: Animation Arts
Editore: Deep Silver
Data di uscita: 2010

Per ulteriori informazioni, visitate il sito web http://lost-horizon.deepsilver.com

Emergono i dettagli della versione Mac di Steam

I primi giochi ad essere pubblicati sulla versione Mac di Steam e a godere del servizio Steam Play saranno Torchlight di Runic Games e Portal della stessa Valve. Praticamente stando a quando affermato dalla casa di Half-Life, acquistare un gioco su Steam permetterà di scaricarlo su qualsiasi piattaforma che lo supporti. Quindi, chi ha acquistato i suddetti giochi su PC, potrà riscaricarli anche su Mac.

Oltre a questo, la Valve ha dichiarato che pubblicherà nuovi giochi ogni mercoledì, ma per ora si fa riferimento ai soli due già citati in uscita per il 12 Maggio. Probabilmente l’annuncio dei nuovi titoli avverrà con comunicati settimanali.