I classici del Megadrive su Steam

Undici classici della console 16 bit della Sega, il Megadrive/Genesis, sono stati resi disponibili su Steam (ovviamente girano sotto emulatore). Il prezzo è di 2,49€ per ogni gioco, tranne Sonic 3D Blast che ne costa 4,49 (un po’ troppo… anche perché non è sicuramente uno dei Sonic migliori) o di 29,39 per la raccolta completa, prezzo che altro non è se non la somma del prezzo dei singoli giochi (sai che convenienza). Alcuni sono decisamente validi, anche se il prezzo complessivo poteva essere più basso in modo da attirare più utenti, visto che si tratta di titoli di venti anni fa che sono facilmente giocabili tramite emulazione. Comunque fa sempre piacere giocare a Shinobi III o a Comix Zone, mentre devo dire che Ecco the Dolphin è invecchiato veramente male.

Ma bando alle ciance e vediamo quali sono gli undici titoli pubblicati sulla piattaforma DD di Valve, che è meglio:

Altered Beast
Comix Zone
Crack Down
Ecco the Dolphin
Gain Ground
Golden Axe
Shadow Dancer
Shinobi III: Return of the Ninja Master
Sonic 3D Blast
Space Harrier II
Vectorman

15 comments on “I classici del Megadrive su Steam

  1. Ed è pure una collezione abbastanza discutibile. Se avessero ripopostoa la ultimare Megadrive collection che c’è su console sarebbe andata mooolto meglio!

  2. Karata mi dispiace contraddirti ma in realtà il prezzo è giusto: Sonic 3D Blast costa 4.49€, 2€ in più rispetto agli altri titoli.

  3. Beh resta il fatto che su PC (e credo Mac) questi giochi sono recuperabili gratuitamente su emulatore e che la qualità media (tra cui proprio il “costoso” Sonic 3D Blast) non è paragonabile alla Mega Drive Ultimate Collection citata da NEO-GEO.

    Insomma…solo per fan sfegatati e spendaccioni?

  4. c’ è qualche differenza tra emulazione e piraeria? il fatto che recuperare le rom dei suddetti titoli sia semplicissimo non fa di ciò un’ opzione lecita o doverosa…..insomma, il catalogo al momento non è di certo esaustivo, però il fatto che vengano venduti singolarmente mi garba…a quel prezzo poi…

  5. Il discorso dell’emulazione è più complesso di quello che sembra. Ovvero, è sempre pirateria, ma va anche detto che l’emulazione nasce per cercare di recuperare titolo ormai abbandonati alle pieghe del tempo e ha permesso di far scoprire ai publisher un mercato che fino ad allora ignoravano completamente, ovvero quello del retrogaming. Quando nacque la scena dell’emulazione non esistevano raccolte di vecchi classici da bar o da casa, o le varie virtual console e affini. furono gli utenti ad armarsi di pazienza per fare i dumping e per programmarsi gli emulatori. Vedendo l’interesse intorno ai vecchi giochi, i publisher fiutarono l’affare e iniziarono a riproporli a livello commerciale… spesso truffando l’utenza con raccolte povero o con prezzi esorbitanti per singoli giochi vecchi più di 20 anni. 2,49€ per un gioco di venti anni fa è un prezzo abbastanza onesto, comunque. Per ora ne ho presi tre.

  6. Simone “Karat45” Tagliaferri wrote:

    Il discorso dell’emulazione è più complesso di quello che sembra. Ovvero, è sempre pirateria, ma va anche detto che l’emulazione nasce per cercare di recuperare titolo ormai abbandonati alle pieghe del tempo e ha permesso di far scoprire ai publisher un mercato che fino ad allora ignoravano completamente, ovvero quello del retrogaming. Quando nacque la scena dell’emulazione non esistevano raccolte di vecchi classici da bar o da casa, o le varie virtual console e affini. furono gli utenti ad armarsi di pazienza per fare i dumping e per programmarsi gli emulatori. Vedendo l’interesse intorno ai vecchi giochi, i publisher fiutarono l’affare e iniziarono a riproporli a livello commerciale… spesso truffando l’utenza con raccolte povero o con prezzi esorbitanti per singoli giochi vecchi più di 20 anni. 2,49€ per un gioco di venti anni fa è un prezzo abbastanza onesto, comunque. Per ora ne ho presi tre.

    Quoto. Il prezzo, imho, dovrebbe variare da gioco a gioco, considerandone la qualità. Comix Zone, Ecco the Dolphin e Golden Axe possono ancora esser venduti a questo prezzo, ma con Sonic 3D Blast già iniziamo a fare follie.

    Stesso discorso per i prezzi medi di un XBLA o Virtual Console (non ho mai provato il PSN): spesso sono improponibili o poco allettanti.

  7. @ Simone “Karat45” Tagliaferri:
    Lo sai che la Mega Drive Ultimate Collection la puoi trovare a tipo 12 sterline?
    Comunque, è già un pò che Sega ci super-marcia con le riproposizioni dei giochi Mega Drive(se non sbaglio qualche anno fa aveva un servizio di DD per Pc proprietario.), basti pensare alle varie collection o a tutte le console/clone del MD, alcune pure piuttosto pubblicizate.

  8. Le console clone sono appaltate a una ditta di nome Blaze (se non erro). Io comprai qualche mese fa quella portatile con 15 giochi dentro, ma si è rotta da sola dopo qualche utilizzo. Ma mi piacerebbe sapere se le roms, ehm pardon, i giochi md su steam supportino il multi online. Dalla scheda sembra che ci sia!

  9. Ho preso Golden Axe e di multi online neanche l’ombra. Solo qualche scarso filtro grafico e nulla più. Certo che un po’ di sforzo potevano mettercelo.
    In ogni caso credo di aver capito che questa sia solo una prima tornata di giochi. Più avanti Sega dovrebbe rilascia una seconda collezione. Credo che presto vedremo tutti i tioli della Mega Drive Ultimate Collection!

  10. Senza discutere su emulazione, pirateria ect, ma con che faccia Sega si presenta con un’offerta simile? Quando ne ha fatte già in passato di migliori? Quando propone titoli che dovrebbero essere una selezione ed esclude tutti i sonic tranne quello che tra tutti quelli dell’epoca 16bit segnò un flop ed esiste già in versione pcnativa con grafica migliore?
    Boh, a me sembra che potrebbero raccogliere una manciata di giochi (50-100) e pubblicarli in blocco se proprio vogliono, ma se vogliono dedicarsi ad un titolo in particolare, che lo scelgano bene e che ci mettano del loro (versione enhanced, remake, aggiunte e che altro), basta campare di rendita.

Leave a Reply