Piccoli psicopatici crescono


Giocando online ogni tanto si può perdere e venire uccisi. Tanto poi si rinasce. Bisogna prenderla con filosofia, altrimenti non ci si diverte. Questo pensiero elementare e piuttosto banale non deve essere molto chiaro nella testa del ventenne Julien Barreaux che dopo essere stato ammazzato a Counter Strike in uno scontro all’arma bianca, ha penato sette mesi per rintracciare il suo avversario e accoltellarlo… nella realtà.

La vittima, di cui è stato fornito un nome probabilmente fittizio e che noi chiameremo semplicemente “Joe”, ha aperto la porta al demente di cui sopra e si è visto recapitare una coltellata nel costato a pochi centrimetri dal cuore. Joe si è salvato per miracolo ma il respawn è stato piuttosto faticoso.

Barreaux ha dichiarato alla polizia che lo voleva vedere morto perché aveva ucciso il suo personaggio (già immagino i milioni di giocatori di CS che controllano i loro log per vedere se gli è capitato di fraggare sto imbecille).

Ovviamente i tribunali francesi non lo hanno fatto presidente del consiglio (e nemmeno première dame), ma lo hanno mandato in galera per due anni obbligandolo a delle cure psichiatriche per controllare l’aggressività. Leggendo la sentenza, il giudice gli ha detto in faccia che è un minaccia per la società e che è terrificata dal pensare alla reazione sproporzionata che avrebbe se qualcuno lo guardasse negli occhi nel modo sbagliato.

Fonte: Telegraph

[Gli ani in faccia] Il remake di Final Fantasy VII? Beh, basta aspettare 40 anni e lo avremo.

Al lancio koreano di Final Fantasy XIII, durante una tavola rotonda, ma senza cavalieri, Yoshinori Kitase, il producer del tredicesimo capitolo, ha tolto ogni dubbio sulla possibilità di realizzare un remake di Final Fantasy VII. Perché?

Con sprezzo del ridicolo ha dichiarato:

We’ve gotten this question a lot from many countries (laughs). To make FFXIII at this level of quality, it took us 3 to 4 years. If we were to make FFVII in the same style of FFXIII, it would take 10 times as long, so it would be difficult to take it up immediately. However, we always keep in mind how often this is requested.”
(Trad. Questa domanda ci è stata posta in varie nazioni (risate). Per realizzare FFXIII con il livello qualitativo attuale abbiamo impiegato dai 3 ai 4 anni. Se volessimo realizzare FFVIII con lo stesso stile di FFXIII, ci vorrebbe un tempo 10 volte maggiore, quindi sarebbe difficile farlo nell’immediato. Comunque terremo a mente quante volte ci è stato richiesto).

In effetti si tratta di una notizia autocommentante che mette in risalto la crisi produttiva del mercato giapponese e, di convesso, dice anche che la qualità media di un titolo come FFXIII è dieci volte inferiore a quella del settimo capitolo, almeno a livello di complessità generale (ecco perché lo hanno fatto così lineare)

Oltre a questo apprendiamo anche che alcuni figuri dell’industria giapponese vivono completamente fuori dal mondo e non hanno la più pallida idea di quello che dicono, anche perché pochi mesi fa la Square aveva dichiarato che per realizzare siffatto remake ci sarebbero voluti almeno quattordici anni.

Insomma, si sparano numeri a caso non si capisce bene per quale ragione (questa storia ricorda un pò l’eterno 90% di Gran Turismo 5). Basterebbe dire che il remake non è in programma per motivi produttivi, senza stare lì a tirare fuori cifre dal cilindro, e non si diverrebbe oggetto dell’ilarità generale.

Quarant’anni… ma lo sanno questi tizi quante cose si possono fare in quarant’anni? Sperando che un Chocobo se li mangi prima che dicano altre siffatte minchiate, noi gli assegniamo un meritatissimo Ano in faccia.

Fonte: Andriasang