[Gli ani in faccia] Bioware beccata ad autorecensire e votare Dragon Age 2 su Metacritic

A volte leggendo le recensioni più entusiastiche su Metacritic viene il sospetto che siano farlocche, o che siano scritte da imbecilli completi, o che siano delle recensioni farlocche scritte da imbecilli completi, come è successo in questo caso. Un utente (GatoFiasco) del noto sito di valutazioni adulterate (notare che le prime recensioni di ogni titolo AAA sono sempre quelle con i voti più alti, mentre le successive sono sempre quelle con i voti più bassi… magia) si è insospettito leggendo una recensione amatoriale particolarmente positiva di Dragon Age 2. Positiva a tal punto da sembrare scritta da un PR o da una rivista ufficiale.

Dopo una breve indagine, il nostro eroe ha scoperto che dietro quella recensione c’era un membro di BioWare e ha denunciato la cosa, appellandosi alla mancanza di etica di un atto del genere e scatenando un vespaio di WTF, LOL e OMG. Ora, il fatto che gente che non si preoccupi di compaesani che indossano scarpe e vestiti cuciti dai bambini thailandesi, i quali durante le vacanze fanno i puttan tour per farsi i suddetti bambini thailandesi, parli di etica per una recensione farlocca, dispersa fra altre centinaia non certo più attendibili, un po’ fa ridere.

La cosa più divertente, ovviamente, è che la polemica, che nel frattempo ha raggiunto dei toni accesissimi, dimostra che il mondo è pieno di idioti che prendono sul serio Metacritic e le recensioni dei lettori, spesso scritte dieci minuti dopo l’uscita di un titolo sul mercato. Ma non è questo il punto, nel senso che c’è ancora qualcosa da dire.

EA, infatti, ha risposto ufficialmente alle accuse, portando una tesi indegna di un Capezzone qualsiasi e riassumibile in: così fan tutti, Oscar, Grammy e Obama compresi.

Manca solo da assegnare l’ano in faccia: BioWare, utenti che parlano di etica e poi si fanno le pippe con i cani che inculano le asiatiche o risposta di EA? Scegliete voi!

Fonte: Kotaku

8 comments on “[Gli ani in faccia] Bioware beccata ad autorecensire e votare Dragon Age 2 su Metacritic

  1. Ho intraletto (nuova parola inventata accorpando “letto” + “intravisto”) che gli sviluppatori (non tutti ovviamente) hanno dei bonus in caso di valutazioni positive su Metacritic; del tipo: se su metacritic superi 85 allora +tot, se supera 90 allora +2tot, 95 ecc…

    Stronzata?

  2. si, avevo sentito anche io una cosa del genere, incentivi rispetto al valore che raggiunge dopo tot. tempo su metacritic.. cmq è na faccenda ridicola, mi pare assurdo che in primis metacritic abbia così tanta importanza.. ma io vivrò nel mio mondo, ste cose non le concepisco (diciamo che non voglio concepirle….)

  3. Che io sappia è vero.

    E’ anche vero che ci sono delle assurdissime regole di segretezza e riserbo, quindi credo che per far scrivere ai dev delle recensioni farlocche o fargli fare hype di massa sui forum serva almeno l’autorizzazione dei manager del progetto.

  4. A questo punto evitare le nicchie diventerebbe doppiamente conveniente, perchè (oltre ovviamente ad essere un bacino numericamente inferiore) queste tendono ad essere più critiche verso i giochi, e quindi più restie a far piovere votoni, su ogni ultimo sfavillante titolo/seguito uscito.

  5. Ma quindi dragon age 2 è una cagata pazzesca? Devo ancora giocare la demo e vedere qualche recenzione. Sto giocando il primo su ps3 e mi sta piacendo abbastanza, anche se bestemmio tutte le volte che devo controllare il party.

  6. Sarò sincero… la cosa che più mi sdegna di qualsiasi vicenda relegata a draon age 2 è proprio il gioco in se ridotto davvero a una fotocopia sbiadita del primo capitolo.

    Che gli diano 10 20 0 30 o zero non cambia molto, a me davvero ha deluso chi poi mette 10 su metacritic puo essere tanto la bioware quanto paperino, non sposterà di una rigola la mia infelice opinione su quel gioco.

Leave a Reply