ArsLudicast 206: Free Roaming

Puntata gigante per un tema altrettanto espansivo, i giochi Free Roaming ed Open World, passando un po’ per tutti i loro cugini e bastardizzazioni. Servono? Ci piacciono? Ha senso spendere ore a fare missioni grindose e generiche senza nemmeno avere la consolazione di essere in un mondo condiviso con altri esseri umani? Meglio le storie e la progressione lineare? Alcuni di questi giochi sono più editor o più giochi? Più Fantasy o più SciFi? È vero che gli sviluppatori di Bethesda che provocano più bug vengono promossi in Obsidian?

A questi e a molti altri interrogativi i prodi Matteo Anelli, Simone Tagliaferri, Alessandro Monopoli (che presenta pure) e Rudin Peshkopia (Mr Rud) cercheranno di dare una risposta, tiranneggiati dal finalmente pago di essere ospite JimiBeck (o JeeMee che dir si voglia).

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussioneo, perché no?, proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org o redazione@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum!

Se volete contribuire al nostro progetto potete fare qualche acquisto sul nostro aStore, garantendoci una donazione.

Scaricate l’episodio:

 

Brano in Apertura:
Painful Memories (Heavy Rain), arrangiata ed eseguita da Alessandro Monopoli

Brano in Chiusura:
Points Commission: Memories of the Ruined Crystal Temple (DeathSmiles) di Manabu Namiki


8 comments on “ArsLudicast 206: Free Roaming

  1. Gli dite a coso di smetterla di usare “piuttosto” come se significasse “oppure” non lo sopporto. E’ grammaticalmente scorretto.(

  2. “trama perbenista alla niko bellic” ???

    ok é un podcast dove dite quello che vi pare senza filtri, ma stavolta alcune cose sembrano proprio buttate lì senza rifltterci mezzo secondo, sopratutto da un paio di persone, peccato perché rovina la qualità del podcast su un argomento molto interessante.

    E la storia della palestra e del cibo in san andreas ve la siete fatta prendere proprio male, la palestra é evitabile tranne in un paio di missioni tutorial, il cibo idem.L’unica che rompeva le palle era l’abilità nuoto che doveva essere alta per una missione avanzata.

  3. correzioni:

    1- il mod di Morrowind che ho citato è in realtà l’Antares Mod

    2- il pezzo del gruppo di Vazkor che mi piace non si chiama “Tempo” ma “Ricordati di me”

  4. A me questa puntata è piaciuta parecchio, forse perchè i giochi free roaming sono i miei preferiti e aspetto anche con piacere la prossima puntata musicale del Monopoli.

  5. non avete parlato di arma/operation flashpoint,nn siete molto professionali.
    cmq vi seguo sempre con piacere
    ciao

Leave a Reply