Partita la raccolta fondi per avere Winnitron in Italia

Cinque loschi figuri, tra i quali diversi amici di Ars Ludica (certo che di Ciro potevate mettere una foto diversa da quella scattata quando faceva parte della banda della Magliana), hanno deciso di far partire una raccolta fondi per portare Winnitron in Italia. Cos’è Winnitron? Leggiamone la descrizione ufficiale:

Nato inizialmente da un’idea di un gruppo di sviluppatori canadesi, Winnitron è un cabinato arcade accessibile gratuitamente e da chiunque, il quale ospita tutta una serie di fantastici videogiochi indipendenti provenienti da ogni angolo del mondo. Lo scopo è quello di far conoscere giochi innovativi e divertenti partoriti dalla scena indie, permettendo ai più giovani di scoprire l’emozione di giocare in compagnia con un cabinato, e allo stesso tempo dando la possibilità ai nostalgici di rivivere alcuni dei momenti più memorabili di chi ha videogiocato tra gli anni ’80 e ’90. Winnitron, insomma, è il mezzo perfetto per celebrare il passato dei videogiochi promuovendo le opere più recenti e innovative.

Insomma, se amate i videogiochi e la scena indie, si tratta di un’iniziativa che merita di essere supportata almeno con quel misero dollaro richiesto dall’offerta minima della raccolta fondi.

Al momento di scrivere questa notizia si è già arrivati alla metà della cifra richiesta. Per dare il buon esempio ho donato anche io (ma tanto otterrò parte del parrucchino di Vincenzo come compensazione). Fatelo e supportate la scena indie nostrana!

Per tutte le informazioni: Link

 

5 comments on “Partita la raccolta fondi per avere Winnitron in Italia

  1. Mi spiace, ma nessuno mi fa mai una foto decente… quindi ho messo una delle poche foto in cui non sto facendo qualcosa di indecente, scattata 10 giorni fa nel corso delle riprese del video stesso…
    Ad esempio la foto di Tajé l’ho fatta io!

    Grazie dell’articolo! Ora che molte delle persone che già conoscevano il Winnitron hanno donato, bisogna allargare il cerchio per portare tutti a conoscenza dell’iniziativa! Come si dice, sharing is caring 😀

Leave a Reply