Players 12 disponibile!

Leggermente in ritardo sul piano di marcia, ma più ricco del previsto arriva Players 12, a giorni disponibile anche nelle versioni ePub e Mobi, che hanno riscosso particolare successo nel nostro test precedente.

Aprono questo numero i Superamici, si prosegue con il meglio del cinema di queste settimane e una retrospettiva sul cinema muto, passando per Alan Moore, Haruki Murakami, Ernest Cline, John Williams, i Bitcoin e una serie di retrospettive videoludiche per i lettori più nostalgici.

Come sempre, seguiteci su Facebook e Twitter per gli aggiornamenti relativi a magazine e podcast!

Il sommario di Players 12 è disponibile dopo le immagini.





Nel numero 12 di Players:

Arte: Hanna Megee / di Andrea Chirichelli
Stories: I Superamici sono dei players / di Maicol & Mirco, Ratigher, Tuono Pettinato, LRNZ, Dr. Pira
Cinema: Speciale cinema muto / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di Shame / di Mattia Veltri
Cinema: Recensione di Beginners / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di The Descendants / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di The Help / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di 50/50 / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di Tinker, Taylor, Soldier, Spy / di Andrea Chirichelli
Cinema: Recensione di Moneyball / di Emilio Bellu
Tv: Hell on Wheels / di Antonio Lanzaro
Tv: Black Mirror / di Matteo Ferrara
Cinema: Players Grindhouse Vol. 7 – Filippine: l’arcipelago dell’Exploitation – Parte 2 / di Piero Ciccioli
Still: Larissa Felsen / di Andrea Chirichelli
Letteratura: Recensione di Dannazione di Chuck Palaniuk / di Mattia Veltri
Letteratura: Recensione di 1Q84 di Haruki Murakami / di Alberto Li Vigni
Letteratura: Recensione di 1001 Videogiochi da non perdere di Tony Mott / di Alberto Li Vigni
Letteratura: Recensione di Ready Player One di Ernest Cline / di Claudio Magistrelli
Letteratura: Le Parole del Postribolo – Colofone / di Simone Tagliaferri
Comics: Neonomicon di Alan Moore / di Claudio Magistrelli
Comics: Teenage Mutant Ninja Turtle di Eastman & Laird / di Piero Ciccioli
Comics: Saiyukiden di Katsuya Takeda / di Piero Ciccioli
Comics: X’ed Out di Charles Burns / di Alessio Trabacchini
Comics: Il Mondo di Coo di Hideji Oda / di Alberto Li Vigni
The Gramophone: Speciale John Williams / di Maurizio Caschetto
The Gramophone: Recensione di Cannibal Movie – Avorio / di Matteo Del Bo
The Gramophone: Recensione di Radio Moscow – The Great Escape of Leslie Magnafuzz / di Matteo Del Bo
The Gramophone: Recensione di Alcest – Les Voyages De L’âme / di Pietro Recchi
The Gramophone: Recensione di Fine Before You Came – Ormai / di Pietro Recchi
Wires: Speciale Bitcoin, intervista con Vili Lehdonvirta / di Tommaso De Benetti
Videogiochi: Recensione di Neverdead / di Piero Ciccioli
Videogiochi: Speciale Commodore 64 / di Marco Passarello
Videogiochi: Speciale App Ludiche / di Mattia Veltri
Videogiochi: Speciale Layton / di Dario Oropallo
Videogiochi: Speciale Monkey Island / di Domenico “Diduz” Misciagna
Videogiochi: Recensione di Star Wars The Old Republic / di Alessandro De Luca
Videogiochi: Recensione de Il professor Layton e il Richiamo dello Spettro / di Dario Oropallo

About Simone "Karat45" Tagliaferri

Nacqui, e già questo è un miracolo, vista la mole. Da piccolo ero restio al cibo, poi ho smesso (di essere restio). Appassionato di videogiochi sin dalla più tenera età, in cui un Frogger casalingo mi rubò l'anima, sono cresciuto a pane e 8 bit, poi 16 bit, poi 32 bit, poi 64 bit e infine un numero indeterimnato di bit che mi hanno fatto salire il colesterolo ma anche fatto scoprire un sacco di mondi eccezionali (ad esempio quello di Samantha Fox). Ad oggi sono tormentato da una domanda: ci sono più carboidrati in una fetta di pane o in New Super Mario Bros.? Non ci dormo la notte. Ma forse è colpa del caldo (se leggete questo profilo d'inverno sappiate che è stato scritto a fine Giugno). Ho fondato, insieme agli altri tizi presenti in questa pagina, Ars Ludica sperando di poterlo riempire di pornazzi. Ho capito troppo tardi che doveva essere un blog sulla cultura dei videogiochi scritto da sfigati. È l'essere evidentemente sfigato che non mi ha permesso di tirarmi indietro. Così eccoci qua.

Leave a Reply