ArsLudicast 217: Quel gran pezzo dell’Ubalda

Siamo veramente brutta gente. Invitiamo delle donne al podcast e le facciamo parlare di molestie online, porno e seste di reggiseno.

Simone Tagliaferri, Matteo Anelli, Alessandro Monopoli, Rudin Peshkopia e Jeemee, insieme alle due ospitesse Sara Pascale e Erika Trombini (nota anche come Moglie di Fleym) provano a parlare di sesso, amore e videogiochi, prima che Monopoli ed il Tagliaferri buttino tutto in vacca coi loro ormoni in HD. Senza che il nostro Bonzo di Riace possa fermarli, essendo assente.

Insomma cosa ne pensa l’altra metà del cielo di quella striminzita e un po’ triste parte romantica del videogioco? Che immagine hanno le donne delle donne dei videogiochi? Siete stati mai molestati online? Ve la siete mai cercata? Lo sapevate che Monopoli era Jessica80? Perché la parte più interessante della puntata è quella in cui si parla di persone che fanno zozzerie, invece che di videogiochi che hanno a che fare con l’amore o il sesso? E’ così difficile creare personaggi femminili che non siano donne-oggetto pensate da un maschio?

Se pensavate che le donne avessero una visione diversa della parte romantica dell’universo videoludico, beh… un po’ vi sbagliate: camionisti inside!

Scaricate l’episodio:

 

Brano in Apertura: brano misterioso tratto dalla colonna sonora di Anna, arrangiato ed eseguito da Alessandro Monopoli.

Brano in Chiusura: Make the Leap (Eternal Sonata), di Motoi Sakuraba.

Sottofondo del fuorionda: LOL-a-Buy, di Bienoise.

Radiazione cosmica di fondo: arrangiata ed eseguita dal Big Bang.

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussione, farci tantissimi meritati complimenti e insulti (meritiamo entrambi), o proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org o redazione@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum.

Se volete inoltre contribuire al nostro progetto potete fare qualche acquisto sul nostro aStore, garantendoci una donazione senza alcun costo aggiuntivo per voi.

Nota: continuiamo a sperimentare l’utilizzo di Wuala, stavolta per tutti i download e fin da subito, fateci sapere se avete problemi (se invece volete aprire anche voi un account, indicateci come referral cliccando qui per qualche beneficio temporaneo di spazio extra sia a voi che a noi).

16 comments on “ArsLudicast 217: Quel gran pezzo dell’Ubalda

  1. Ve lo dico francamente, vi seguo sempre non ho perso mai una puntata,, ma stavolta siete caduti un pó in basso. Un bestemmione da parte di una ragazza, che poteva anche essere evitato con un pó di editing, volgarità via via sempre piú crescente (e sono ancora a metà circa ), insomma visto che fino al minuto prima criticavate le ragazzine x la storia dei gelati…..
    Fermo restando che continueró a seguirvi, e finiró di ascoltare anche l’episodio, spero sia stata soltanto una spiacevole caduta di stile, convinto che anche grazie alla presenza del Lambo, tutto ritornerà alla normalità. 
    X quanto riguarda le ospiti…..stendo un velo pietoso x  la moglie del vostro ascoltatore, molto piú educata ed argomentata l’altra ragazza. Finisco l’episodio, magari seguiranno altri commenti…spero positivi…

    P. S.       Comunque vi apprezzo

  2. Mi scuso personalmente per la bestemmia. Sarebbe dovuta essere tagliata in editing e non mi capacito del perche’ non sia stata tagliata. Per il resto, prendila come una goliardata 😀

  3. E’ colpa mia che ho montato la puntata ed ero convinto di averla tolta, scusate è stata una svista non da poco.

  4. Bella puntata. Almeno a me è piaciuta.  sí, caotica come poche, ma che lo stile del podcast sia alquanto informale mi sembra evidente. semmai adottate anche voi un sistema rating tipo il pegi. dei videogiochi.  

  5. @ Freddymattia:
    Caro Freddymattia, non mi conosci ma mi giudichi?!
    Il velo pietoso stendilo su tua sorella, sono stata invitata per un argomento che di serio non ha proprio niente di x se, come se voi uomini parlando di sesso sembriate usciti da Oxford….vero?!
    Personalmente mi sono molto divertita, mi scuso per la bestemmia,non conoscevo le regole ma se solo per quello definisci “una caduta di stile” di questi ragazzi che a mio avviso non hanno nulla di che preoccuparsi e senza concedermi il benestare della “prima volta” bhè scusa ma pecchi di bigottismo in maniera imbarazzante. Attaccati al pad, forse quando giochi sei + simpatico. E scusa se non ti rispondo come una signora ma non lo meriti.

  6. Io invece propongo un sondaggio per avere Erika come ospite fisso. Giuro che non lo faccio per la sua sesta di seno! 😀
    Brava Erika, sei stata molto simpatica e estremamente sincera nelle tue risposte. E’ una cosa che ho apprezzato molto.
    L’unico appunto che mi sento di fare è per la qualità dell’audio che era davvero molto disturbato, soprattutto nella prima parte del podcast.

  7. Io invece essendo un signore, e comportandomi da tale, non replicheró alla tua risposta, anzi ti chiedo scusa, e pregherei la faccenda finisse qui. Grazie anticipatamente

    P.S
      
    Un saluto dalle mie tre sorelle, che vistesi menzionare, mi hanno pregato di portarti i loro saluti

  8. Fate tornare Sara?
    Aveva molte cose da dire ma la ragazza chiaccherona ha monopolizzato la puntata. Una pacata presenza femminile nelle puntate tematiche non ci starebbe male e poi ha una bella voce.

  9. simone sei stato al mitico cinema Diana di La Spezia allora 😀 dovrebbe aver chiuso qualche anno fà 🙁

Leave a Reply