ArsLudicast 309: Il joypad nel reggiseno

troppo giusto

I quattro fondatori riuniti, finalmente! Simone Tagliaferri, Matteo Anelli, Alessandro Monopoli (davvero!), l’imbucato cronico Rudin Peshkopia e Annarosa Girardini che offre un cammeo, sotto lo sguardo del severo ma arbitrario Vittorio Bonzi, cianciano di sessismo e percezione della donna nei videogiochi, prendendo le mosse dal video  Damsel in Distress: Part 1 del canale YouTube Feminist Frequency di Anita Sarkeesian. Si toccano temi scottanti quali, tra l’altro, la discriminazione anche all’interno dell’industria, il fatto che i commenti feroci di videogiocatori all’indirizzo della Sarkeesian non vadano proprio a suo detrimento e in generale la solita grettezza di noi videogiocatori – e sì che tutto è assolutamente inutile, dato che Cliffy B si è espresso al riguardo e la sua Parola è Legge, superiore persino a quella del marito allorché comanda alla dama, secondo rettitudine. Insomma, siamo porci maschi ulteriormente abbruttiti da passatempi ignobili, che volete che diciamo? Su.

Seguono le notizie:

John Ricitiello non è più amministratore delegato di Electronic Arts: si va poi a divagare sui modelli di produzione giapponesi e americano, il dio degli inganni, il capitalismo, id Software che se la passa male e bolliti vari. Tanto perché sia chiaro che no, queste dimissioni non cambiano una bega.

Pare che la nuova Xbox richiederà di essere sempre collegata in rete, e l’insofferenza che ne consegue porta a considerazioni sul possibile e inaspettato colpo di coda del gioco su PC.

L’agonia è poi vivificata dalla miniplaylist: trollata su Bioshock Infinite, trollata un po’ più piccola sul nuovo Tomb Raider (insomma, la protagonista è donna, quindi è brutto), Ghostbusters per iOS e qualche considerazione su Vanquish, perché l’Anelli ci gioca mentre si registra.

Infine, momento simposiale e di innalzamento dello spirito: aneddoto del Monopoli su amore, follia, matrimonio e dissoluzione. Altro che Re Lear.

Scaricate la puntata:

 

Brano in Apertura: Tema di Bioshock, composto da Gerry Schyman.

Brano in Chiusura: Tema di Okami, di Masami Ueda e Hiroshi Yamaguchi.

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussione, farci tantissimi meritati complimenti e insulti (meritiamo entrambi), o proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum.

16 comments on “ArsLudicast 309: Il joypad nel reggiseno

  1. Miglior inizio di sempre!
    Ma perchè giocare a mass effect durante la registrazione?
    Solo per far arrabiare lamb-o?

  2. Non sono assolutamente femminista, nè pretendo che non si facciano battute pesanti su minoranze o chicchessia, altrimenti sai che noia, non si potrebbe mai scherzare su nulla.
    Però onestamente vi ho trovati piuttosto offensivi e gratuiti, e non credo vi ascolterò più. Si lo so, e sticazzi, d’accordo.
    Ma tant’è…pazienza.

  3. Sora Leila wrote:

    Non sono assolutamente femminista, nè pretendo che non si facciano battute pesanti su minoranze o chicchessia, altrimenti sai che noia, non si potrebbe mai scherzare su nulla.
    Però onestamente vi ho trovati piuttosto offensivi e gratuiti, e non credo vi ascolterò più. Si lo so, e sticazzi, d’accordo.
    Ma tant’è…pazienza.

    Insomma, si può ma non si può. Sei invitata a parlarne la prossima puntata insieme a Giuseppe.

  4. No, no…si può e basta, perchè non è nè possibile nè giusto andare appresso alla sensibilità di tutti. Però poi è anche giusto che se qualcuno poi se la prende lo dica, senza per questo voler censurare o pretendere che la si smetta in qualche modo.
    Io l’ho detto, voi mi rispondete estiquaatsi, e finisce lì, tutto qui^^

  5. Quale estiquaatsi? Sei invitata e potrai insultare a volontà, specialmente i presenti. Rìlli.

  6. Puntatona divertentissima!
    Non capisco perché sprecare mezzo episodio per la solita rompiballe convinta di avere sempre ragione perché c’ha l’utero e per questo meritare il pasto gratis insultando l’intelligenza altrui gridando maschilismo ogni tre per due.
    Ignoratela anche voi la prossima volta.
    L’aneddoto del Monopoli è fuori scala.
    E dopo Magggicovento, Allahakabbab!

  7. sono d’accordo con Fleym perchè sprecare mezzo episodio su una vecchia fiamma di Cliffy B XD .
    ottimo l’aneddoto del Monopoli(coem sempre il sommo non delude) un pò mi dispiace per Giuseppe .
    una critica ve la faccio però dai e che palle sono eoni che chiedo di partecipare come ospite al podcast (videogioco da 20 anni mitico datassette) arriva la prima utente donna a criticarvi e me la fate partecipare e questo è sessismo e trattamento di favore XD .
    Per l’Anelli i ragazzi in salagiochi di tanti anni fà non erano dei truzzi ma dei tamarri coatti , il truzzo è un fighetto alla moda e tunz tunz , non il tipo tamarro con lo stereo nel ape 50 , o col marmittone sotto il ciao .

  8. Pensandoci bene, non è il caso di parlare per due puntate di fila dello stesso tema. Sull’invito hai la precedenza, anche se la Sora Leila rimane invitata U.U

  9. gmegadeth wrote:

    sono d’accordo con Fleym perchè sprecare mezzo episodio su una vecchia fiamma di Cliffy B XD .
    ottimo l’aneddoto del Monopoli(coem sempre il sommo non delude) un pò mi dispiace per Giuseppe .
    una critica ve la faccio però dai e che palle sono eoni che chiedo di partecipare come ospite al podcast (videogioco da 20 anni mitico datassette) arriva la prima utente donna a criticarvi e me la fate partecipare e questo è sessismo e trattamento di favore XD .
    Per l’Anelli i ragazzi in salagiochi di tanti anni fà non erano dei truzzi ma dei tamarri coatti , il truzzo è un fighetto alla moda e tunz tunz , non il tipo tamarro con lo stereo nel ape 50 , o col marmittone sotto il ciao .

    Ok, invitato anche tu insieme a lei. Basta che fate casino in diretta e noi siamo contenti.

  10. Vittorio “lamb-O” Bonzi wrote:

    Pensandoci bene, non è il caso di parlare per due puntate di fila dello stesso tema. Sull’invito hai la precedenza, anche se la Sora Leila rimane invitata U.U

    Però così diamo la pessima impressione di una parvenza di organizzazione del podcast che in realtà non esiste. Sono combattuto.

  11. A me ‘sti atteggiamenti passivo-aggressivi hanno veramente rotto il cazzo.
    Cordiali saluti.
    Il Donda.

  12. Raga, ma quando registrate? Spero il ritardo sia dato dalla volonta’ di attendere il reveal di xbox per parlarne. Anche se non e’ nel vostro stile essere cosi’ sul pezzo, pero’ sarebbe comunque cosa gradita un vostro commento sulla presentazione. Comunque oh raga, vi attendo con impazienza, mica avete litigato anche voi come ringcast vero?! Siete sempre sul pezzo vero?! Comunque invitate Sora Leila vi prego, cosi’ potra’ insultarvi in diretta e potra’ capire come il vostro gretto cameratismo politicamente scorretto, anti-minoranze e sessista, nasconde in realta’ la massima apertura mentale possibile.

Leave a Reply