ArsLudicast 402: Nuove frontiere del dilettantismo

Una grande, ancorché autoprogrammata, amicizia

Sembrava impossibile, ma ce l’avevamo fatta. Ora sotto con l’amaro e il giro dei casini.

Matteo Anelli, Rudin Peshkopia e il sempre fedele al proprio voto di molestia Jeemee vengono guidati da Vittorio Bonzi in una nuova puntata polirubrica, come usò la stagione scorsa, ma stavolta con la novità degli effetti sonori che fanno tanto stazione radio scadente di provincia. Fino al taglio delle mani dell’Anelli, avremo a temere quest’andazzo.
Si inizia con una microplaylist preliminare in attesa degli ospiti, comprendente:

Diablo 3 (Rud)
South Park: The Stick of Truth (Anelli)

Dopodiché, eccoli! Dal nord-est, salvo che cenano a orari ionico-attici, arrivano Federico Rosa e la sua signora Erika Trombini, che già diede scandolo in passato, a parlare del quesito principe della puntata: Il merchandising dei videogiochi sta diventando la fonte principale di profitto nell’industria? I patetici tentativi di rispondere provocheranno nondimeno ilarità, polemica e svariati pungoli da parte della signora Rosa all’indirizzo del conduttore, nonché del senso di Federico per l’economia familiare.

Poi tocca alla notizia: un progetto su Kickstarter raccoglie più di 50000 dollari e dopo due anni è dichiarato in sospeso; cui faremo seguire considerazioni sparse sul destino del crowdfunding.

E infine, la coda extravideoludica: Anelli è felice che esce il nuovo film di Godzilla. Peccato per la latitanza di Jet Jaguar, che fu foriero di feconde meditazioni.

Scaricate la puntata:

 

Brano in Apertura: ArsLudicast Theme composto da Adrien Ortone.

Brano in Chiusura: Theme 3 da Team Fortress 2, composto da Mike Morasky.

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussione, farci tantissimi meritati complimenti e insulti (meritiamo entrambi), o proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum.

ArsLudicast 401: Inizio Anglosassone

Poche diottrie, molto onore

Sono occorse lacrime, sudore, sangue e tempo, ma soprattutto palloni di elio per sollevare granitici deretani; ma alla fine è successo: torna il podcast più ascoltato nei peggiori bar del complesso delle terre emerse.

Dovendo far di necessità virtù, la formazione classica risulta dimezzata: Vittorio Bonzi e Matteo Anelli imbarcano Rudin Peshkopia, ormai membro quasi ufficiale (la conduzione, esasperata, se ne lava le mani) e Jeemee nel ruolo di mano del morto, per una playlist che pochi fortunati hanno potuto apprezzare in diretta: prosegue infatti con questa puntata l’esperimento dell’hangout con annesso streaming su YouTube, che contiamo di proseguire.

Simone Tagliaferri e Alessandro Monopoli torneranno prossimamente, o almeno così ci hanno detto.

La rassegna di questa tornata comprende:

Left Behind (DLC di The Last of Us) (Anelli)

Jazzpunk (Jeemee)

Pr… State of Decay (Rud)

Might & Magic X: Legacy (lamb-O)

Outlast (Anelli)

Titan Fall (Rud)

Rant su Batman: Arkham Origins (Jeemee)

– Digressione extravideoludica intorno a Lego: The Movie.

 

Scaricate la puntata:

 

Brano in Apertura: ArsLudicast Theme composto da Adrien Ortone.

Brano in Chiusura: Klaverona I and II da Hydorah, composto da Gryzor87.

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussione, farci tantissimi meritati complimenti e insulti (meritiamo entrambi), o proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum.