ArsLudicast 402: Nuove frontiere del dilettantismo

Una grande, ancorché autoprogrammata, amicizia

Sembrava impossibile, ma ce l’avevamo fatta. Ora sotto con l’amaro e il giro dei casini.

Matteo Anelli, Rudin Peshkopia e il sempre fedele al proprio voto di molestia Jeemee vengono guidati da Vittorio Bonzi in una nuova puntata polirubrica, come usò la stagione scorsa, ma stavolta con la novità degli effetti sonori che fanno tanto stazione radio scadente di provincia. Fino al taglio delle mani dell’Anelli, avremo a temere quest’andazzo.
Si inizia con una microplaylist preliminare in attesa degli ospiti, comprendente:

Diablo 3 (Rud)
South Park: The Stick of Truth (Anelli)

Dopodiché, eccoli! Dal nord-est, salvo che cenano a orari ionico-attici, arrivano Federico Rosa e la sua signora Erika Trombini, che già diede scandolo in passato, a parlare del quesito principe della puntata: Il merchandising dei videogiochi sta diventando la fonte principale di profitto nell’industria? I patetici tentativi di rispondere provocheranno nondimeno ilarità, polemica e svariati pungoli da parte della signora Rosa all’indirizzo del conduttore, nonché del senso di Federico per l’economia familiare.

Poi tocca alla notizia: un progetto su Kickstarter raccoglie più di 50000 dollari e dopo due anni è dichiarato in sospeso; cui faremo seguire considerazioni sparse sul destino del crowdfunding.

E infine, la coda extravideoludica: Anelli è felice che esce il nuovo film di Godzilla. Peccato per la latitanza di Jet Jaguar, che fu foriero di feconde meditazioni.

Scaricate la puntata:

 

Brano in Apertura: ArsLudicast Theme composto da Adrien Ortone.

Brano in Chiusura: Theme 3 da Team Fortress 2, composto da Mike Morasky.

Vi ricordiamo che se volete assistere come ospiti al podcastproporre un argomento di discussione, farci tantissimi meritati complimenti e insulti (meritiamo entrambi), o proporre un arrangiamento al Monopoli, potete farlo contattandoci a: arsludicast@arsludica.org, oppure utilizzando l’apposito thread sul forum.

16 comments on “ArsLudicast 402: Nuove frontiere del dilettantismo

  1. South Park è un grande gioco scritto da due dei più grandi autori della nostra epoca, mr. Lamb-O; South Park non è un’opzione, è un OBBLIGO! XD

    Se solo avessero fatto arrivare anche da noi la Gran Wizard Edition… L’Europa è sempre la terronia delle edizioni limitate …
    Q____Q

  2. @ StM:

    Ma si sa nulla del perché si sia interrotto in modo così brusco? Questo silenzio è snervante !!! Q___________Q

  3. Non c’è un motivo in particolare, impegni di un po’ tutti. Noto comunque che altri podcast non sono ripartiti, vedi Wiskast. Sto preoccupato 😛

  4. Si davvero, c’e’ una fase di stanca incredibile. L’unico podcast bello attivo è freeplaying, al quale non troppo raramente partecipa anche il buon Tagliaferri. Quindi a coloro che apprezzano i personaggi di Arsludicast, consiglio di dargli un’occhiata. Il tono a volte un po’ troppo ‘svagato’ potrebbe non piacere a tutti, ma quando il buon Tagliaferri partecipa, il livello medio sale abbastanza. In passato ha fatto qualche comparsata pure Mr Rud (si scrive cosi’?). Comunque davvero, raga, solo due episodi della quarta stagione e puf! Addio. Caput. Ma che è successo?! Eravate uno dei miei podcast preferiti e siete spariti totalmente. Tutto bene? State bene? Che accade?

    Comunque noto un silenzio tombale generalizzato. Wiskast manca da prima dell’estate. Outcast insomma, a parte gli speciali E3 e GamesCom, sta facendo solo The Wwalking Podcsast, ma un bel Chiacchere Borderline o Outcast Magazine come si deve, manca da un bel po’. Ringcast lo stesso manca da piu’ di un mese, forse due. C’e’ un deserto assordante sulla scena podcastiana italia.

    CHE SUCCEDE?!?!!??

Leave a Reply