Ars Ludica Forum

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Autore Topic: TGM  (Letto 9812 volte)

StM

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 9.866
    • Mostra profilo
    • Smemoratezze dal sottosuolo
Re: TGM
« Risposta #60 il: Maggio 15, 2007, 19:43:39 »

Non ci posso credere :asd:
Connesso

Simone 'Karat45' Tagliaferri

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 5.297
    • Mostra profilo
    • La finestra chiusa
Re: TGM
« Risposta #61 il: Maggio 15, 2007, 20:44:49 »

internet is for porn  ::)

Emack

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 4.710
    • Mostra profilo
    • Homepage personale
Re: TGM
« Risposta #62 il: Maggio 15, 2007, 20:55:07 »

Madò...
Connesso
Emanuele Colucci.

NEO-GEO

  • Redazione
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 1.323
    • Mostra profilo
    • Automatic Way of Life.
Re: TGM
« Risposta #63 il: Maggio 16, 2007, 12:00:40 »

Mi sa che dobbiamo cambirare il nome del progetto! Se infiliamo la parola "sesso" da qualche parte di sicuro avremo più visibilità. :asd:

In ongi caso è interessante la discussione sulla definizione di Hardcore e Casual e casual gamer. Sono due definizioni tipiche del marketing (e quindi della nostra era) ma alle volte possono rilevarsi utili per un certo tipo di analisi. COndivido in pieno il discroso di ABS. L'hardcore gamer non è da indentificare in un integralista ma è principalmente in un appassionato. Anche io trovo insopportabile la svalutazione dei videogiochi "casual". Sono anche essi giochi per quanto più semplici e meno impegnativi.

Connesso

Joe

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 7.828
    • Mostra profilo
Re: TGM
« Risposta #64 il: Maggio 16, 2007, 13:00:10 »

Marò  :eek2:
Connesso

Mario Morandi

  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 1.198
    • Mostra profilo
    • GAME IS NOW
Re: TGM
« Risposta #65 il: Maggio 16, 2007, 19:03:26 »

internet is for porn  ::)
Internet is for voyuerism.
Connesso

Ganondorf

  • Full Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 134
    • Mostra profilo
Re: TGM
« Risposta #66 il: Maggio 20, 2007, 16:15:01 »

in attesa di trovare in vendita lo speciale,sto seguendo la discussione anch' io e ho trovato molto interessante questo intervento, che ne dite ??

Citazione da: Dan Hero
comprato finalmente stamattina, non mi ha fatto una grande impressione. Al posto di pagine di recensioni di hentai o software zezzo in generale, avrei messo da parte qualche pagina per approfondimenti retroludici (retro/speciale sesso: vai con la battuta. ahah. mai riso tanto. grazie, continuiamo) di maggiore intesesse: censure in videogiochi, copertine -nemmeno tgm inglese (e di riflesso  anche la versione italiana) se la scampò a riguardo- e pubblicità, avrei speso qualche pagina per custer revenge e gli altri giochi della mystique in era atari 2600, con tutto quello che ne deriva ( e parliamo di movimenti femminili anti pornografia e a tutela dei nativi americani sul piede di guerra per un videogioco del 1982, se non fa scalpore ed è degno di approfondimenti questo...), titoli di nicchia come l'italianissimo Late Night Sexy TV Show...

troppo rivolto al presente per i miei gusti, senza sufficenti approfondimenti o curiosità per attirare l'attenzione del videogiocatore non dico esperto ma per lo meno navigato: ad esempio nello speciale di larry mi liquidi il discorso softporn in mezza frase: ok, va bene, ma dire che roberta williams appariva nell'adv del gioco come curiosità faceva schifo? Magari corredando con foto.

E il box "è soltanto un equivoco"? Sembra un ipertesto in versione cartacea dove, ovviamente, mancano i collegamenti alle immagini :asd:

roba tipo "swat 3 (ma che combinano quiei due scienziati in una situazione del genere)" mi lascia perplesso. Si, che combinano? voglio sapere. Dov'è lo screenshot?  E la "sorpresa mica da ridere ecc ecc della diavolessa di morrowind"? Il pezzo mi restituisce uno strano feeling, a metà tra "incompleto" e "lista tanto per riempire, poi se volete vedere gli screen andate al sito di riferimento". Nel secondo caso allora a che pro allungare il brodo? E poi il gioco è kung fu master per fare i pignoli...

Non mi entusiasma, devo finire a leggerlo comunque, magari c'è il botto verso la fine :sisi:

ah, nel mio paesino era effettivamente stato strategicamente posizionato tra le riviste zezze :sisi:
Connesso

DS Lite Black proud owner.

Luigi Ruffolo

  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2.241
  • Questo profilo è dedicato ai giovani
    • Mostra profilo
Re: TGM
« Risposta #67 il: Maggio 20, 2007, 19:51:32 »

Beh, mi pare si rientri sempre in quel "determinismo tecnologico" del quale parlava Shaka, che purtroppo affligge le riviste...
Connesso

Simone 'Karat45' Tagliaferri

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 5.297
    • Mostra profilo
    • La finestra chiusa
Re: TGM
« Risposta #68 il: Maggio 20, 2007, 22:32:38 »

Problema: normalmente che preparazione hanno i redattori di una rivista di videogiochi? Spesso sono informatici, materia interessantissima ma che non ti fornisce alcuno strumento di analisi di un testo...

Ganondorf

  • Full Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 134
    • Mostra profilo
Re: TGM
« Risposta #69 il: Maggio 21, 2007, 17:24:59 »

Problema: normalmente che preparazione hanno i redattori di una rivista di videogiochi? Spesso sono informatici, materia interessantissima ma che non ti fornisce alcuno strumento di analisi di un testo...

si suppone che colmino le loro lacune di altro genere "privatamente"
Connesso

DS Lite Black proud owner.

Simone 'Karat45' Tagliaferri

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 5.297
    • Mostra profilo
    • La finestra chiusa
Re: TGM
« Risposta #70 il: Maggio 21, 2007, 18:21:07 »

Non sembra proprio... anzi, pare che uno possa studiare quello che vuole nella vita ma per scrivere di videogiochi non serva avere alcuna competenza.

StM

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 9.866
    • Mostra profilo
    • Smemoratezze dal sottosuolo
Re: TGM
« Risposta #71 il: Maggio 21, 2007, 18:32:32 »

Non sembra proprio... anzi, pare che uno possa studiare quello che vuole nella vita ma per scrivere di videogiochi non serva avere alcuna competenza.
Credo sia visto come giustificato dall'assenza (non più, però) di un corso di studi specifico (ora però ci sono corsi di studio sul multimediale a vari livelli, se non proprio quelli per la creazione di videogiochi).
Connesso

Simone 'Karat45' Tagliaferri

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 5.297
    • Mostra profilo
    • La finestra chiusa
Re: TGM
« Risposta #72 il: Maggio 21, 2007, 21:37:05 »

Ok, però da anni tutto ruota intorno ai soliti valori che, con le tecnologie attuali, lasciano il tempo che trovano. Veramente è possibile misurare la giocabilità di, non so, Doom 3 rispetto a Half-Life 2? Sui giochi a 8/16 bit  un valore del genere aveva senso perché alcuni giochi erano quasi inutilizzabili a causa di numerosi problemi (ritardi nelle risposte agli input del giocatore, programmazione approssimativa, collisione tra gli sprite spesso imprecisa ecc)... ma escono ancora videogiochi "ingiocabili"? 
Lo stesso discorso è fattibile per tutti gli altri valori... lo stesso sonoro non è più giudicabile come prima. Ascolto una traccia della colonna sonora di Prey e dico "bella canzone" o "brutta canzone" in base a che cosa? In base al mio gusto musicale? e se per anni ho ascoltato solo Ramazzotti e soci? Leggetela attentamente una qualsiasi recensione media: è diventato difficilissimo mettere insieme i pezzi per arrivare alla fine di un articolo perché su certi aspetti si sa perfettamente che si sta per dire qualcosa di così ovvio che forse era meglio lasciare una riga bianca...
Ti faccio un altro esempio musicale, che credo sia più chiaro di tutti gli altri: se la cosidetta Moonlight Sonata viene usata per la colonna sonora di un titolo per C64 posso mettermi a giudicare, anche da profano  l'abilità nel riprodurla con i limitati mezzi della macchina. Conoscendo l'originale ad orecchio sento se la versione SID è una riproduzione più o meno fedele e non pretendo certo di sentire tutta l'orchestra... mi basta che sia simile e riconoscibile. La stessa musica, utilizzata per un titolo moderno, potrebbe tranquillamente essere presa da un CD e inserita come traccia della colonna sonora. Ora, nel primo caso da profano potevo tranquillamente evitare di scendere nei dettagli e rimanere a giudicare il lato "tecnologico"... ma nel secondo? Che voto metto alla musica? 3 perché secondo me non lega bene con l'atmosfera del gioco e non mi piace Beethoven? 6 perché mi piace ma preferisco il progressive rock? 10 perché è un capolavoro e come si fa a mettere un brutto voto a Beethoven? Ovviamente in alcuni videogiochi l'ancora di salvezza è l'"uso" che viene fatto dalla musica... ma il discorso non cambia molto...

Studiando cinema e teatro mi hanno fatto studiare anche letteratura, geografia umana, storia della musica, antropologia ecc perché era ovvio che per capire il cinema non basta soltanto guardare i film ma bisogna avere una visione più ampia in modo da poter contestualizzare e superare la mera osservazione della tecnica, che pure è importante. Insomma, non basta sapere la differenza tra piano sequenza  e montaggio per essere un esperto di cinema e non basta conoscere tutti i film del mondo dalla A alla Z per capire quello che avviene sullo schermo. Aiuta, certo... ma non basta e me ne sono reso conto guardando il primo Matrix: quante scene di quel film avrei letto in modo fuorviante se non avessi conosciuto bene il mondo dei videogiochi?

Ecco, vorrei che un discorso simile venisse fatto anche per i critici e gli intellettuali dei videogiochi che, finché si parla di videogiochi e videogiochi e videogiochi, sono preparatissimi, ma appena devono fare un saltino più in là slittano pericolosamente (vedi anche il post sulla Suspension of disbelief o quello sul libro di saggi dedicato a Civilization che partiva con un fraintendimento completo dell'Edipo e in cui l'autore dimostrava di fare una citazione di una citazione e di non aver letto direttamente il libro).

Ziggybee

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 8.486
  • Gamer Extraordinaire
    • Mostra profilo
Re: TGM
« Risposta #73 il: Maggio 25, 2007, 15:22:18 »

qualcuno la compra ancora?
in cosa eccelle e cosa dovrebbe migliorare secondo voi?
pensate che possa sopravvivere all' ennesimo passaggio di casa editoriale ??
sinceramente la trovo in netta decadenza rispetto al passato, e il 62 dato a un gioco innovativo e coraggioso come Pathologic paragonato ai votoni attribuiti ai vari episodi di Fifa,o al Padrino,francamente mi lasciano sconcertato.... :-\
tra i lati positivi il fatto che ancora venga pubblicata in versione senza l'allegato, lo trovo coraggioso di questi tempi.

Io ne ho preso un numero ultimamente per avere la mascotte promozionale di Guild Wars (vale un pacco di barre di platino, non si sa mai... ;)) e un'altro numero pochi mesi fa per la stessa ragione. In entrambi i casi è andata così: aperto la rivista, sofgliata, trovato inesattezze macroscopiche e recensioni ormai "vecchie" a volte anche di mesi, buttata nel secchio alla stazione.

Le inesattezze: mesi fa le descrizioni delle didascalie di BF2142 (che già avevo da un pezzo, pur avendolo ordinato in clamoroso ritardo) commentavano degli effetti grafici facendo allusioni ad armi e situazioni che non erano quelle. Le didascalie erano però esplicite, nel senso che era impossibile che avessero semplicemente sbagliato foto (mi pare in merito al colore stesso dell'effetto in questione, che era esattamente quello in foto, o al mezzo raffigurato). A quel punto ho capito che forse non avevano usato il ritardo della recensione per approfondire la qualità del gioco (che ormai era chiaro sarebbe rimasta pessima a vita, nonostante ottime premesse iniziali).

Il mese scorso la cosa è stata più istintiva: si sono accorti che è uscito Galactic Civilization II: Dark Avatar. Peccato che tutte le foto con tanto di commento facessero riferimento al primo Galactic Civilization ed è impossibile confondere i due titoli: il primo ha una grafica veramente budget e ha la classica visione 2D a volo d'uccelo tipo Master Of Orion, l'altro ha grafica isometrica 3D stra-effettata...

Alle superiori la scroccavo a volte ad un amico e sebbene i recensori avessero la tendenza a scriversi addosso un po' troppo e spesso si capiva che il gioco lo avevano a malapena installato o che a volte si partiva con forti preconcetti che un recensore bravo non dovrebbe avere, la rivista aveva una qualità medio-alta.

Adesso che sarebbe lecito aspettarsi un maggior impegno visto che c'è vera concorrenza con altre testate italiane, invece pare che la loro qualità sia sul medio-basso che, con la preponderante presenza di internet e il vero poco valore aggiunto che sanno dare, non credo gli faccia molto bene. Non si può certo campare contando solo su chi non è in grado di leggersi le recensioni in inglese e alla fin fine non capisce una cavolo di giochi...
« Ultima modifica: Maggio 25, 2007, 15:29:14 da z.e.r.o »
Connesso
Matteo Anelli

Vazkor: "Altro che Apple TV"

Simone 'Karat45' Tagliaferri

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 5.297
    • Mostra profilo
    • La finestra chiusa
Re: TGM
« Risposta #74 il: Maggio 25, 2007, 17:44:22 »

La qualità è una questione di tempo, tempo che spesso gli editori e la concorrenza non ti concedono. Se recensisci un gioco come Oblivion dovresti avere almeno una settimana piena per approfondirlo... ma chi ti paga per giocare una settimana intera e scrivere un solo articolo? La quantità di copie vendute non consente discorsi del genere, soprattutto in virtù del fatto che l'attenzione del lettore si è spostata quasi esclusivamente sul gioco allegato... Il risultato è quindi che c'è poco tempo per recensire e non gliene frega quasi a nessuno se lo fai bene o male.
Pagine: 1 ... 3 4 [5]   Vai su
 

Pagina creata in 0.5 secondi con 22 interrogazioni al database.