Industria italiana dei videogiochi -10%

UNA altalena. Anzi no, le montagne russe. Il mercato dei videogame in Italia, che molti pensavano immune alla crisi, passa dal più 21.6% del 2008 a meno 10.6% del 2009. Un bel salto indietro…

Inizia così l’articolo di Jaime D’Alessandro su Repubblica.it che traccia un quadro a tinte fosche delle vendite dei videogiochi in Italia nel 2009 (per sapere i numeri dei videogiochi prodotti nel bel paese, invece, bisogna affidarsi alla filosofia più che alla matematica, tanto sono piccoli). Va detto che la situazione è perfettamente in linea con quella mondiale ed è coerente con l’anno della crisi, nonostante qualche intelligentone del settore avesse predetto che il mondo dei videogiochi non sarebbe stato toccato più di tanto dal crollo dell’economia (il bello è che questi geni lavorano ancora).

Il rapporto è stato stilato dall’AESVI mette in luce la fatica del settore, dovuta soprattutto al crollo delle vendite delle console portatili. Per avere tutti i dati, andate a leggere l’articolo originale.

Questi sono i venti videogiochi più venduti in Italia nel 2009:

1)    Pro Evolution Soccer 2010 (Konami)
2)    Fifa 10 (Ea)
3)    Wii Sport Resort (Nintendo)
4)    Call of Duty: Modern Warfare 2 (Activision Blizzard)
5)    Assassin’s Creed II (Ubisoft)
6)    Wii Fit Plus (Nintendo)
7)    Pokémon Platino (Nintendo)
8)    Resident Evil 5 (Capcom)
9)    Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali (Sega)
10)    The Sims 3 (Ea)
11)    New Super Mario Bros. (Nintendo)
12)    Need for Speed Shift (Ea)
13)    Mario Power Tennis (Nintendo)
14)    Uncharted 2 (Sony)
15)    Professor Layton e lo Scrigno di Pandora (Nintendo)
16)    Killzone 2 (Sony)
17)    Tekken 6 (Namco Bandai)
18)    L’Era Glaciale 3 (Activision Blizzard)
19)    Ben 10: Alien Force (Namco Bandai)
20)    Prototype (Activision Blizzard)

Fonte: Repubblica.it

3 commenti su “Industria italiana dei videogiochi -10%

  1. Non capisco.
    Tiene conto anche dell mercato estero!? Del Digital Delivery? Conta una proporzione tra il bacino d’utenza e la sua diffusione?.
    Odio questi sondaggi, sono faziosi, pretenziosi, molto spesso accomodanti e parziali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.