Interactive Fiction con stile

Le Avventure Testuali (o Interactive Fiction, come il genere è universalmente conosciuto nel mondo) sono un genere che non è mai morto. Esso è sopravvissuto negli anni, alimentato da migliaia di estimatori e creativi, che hanno saputo farlo maturare, elevandolo da semplice interfaccia ludica ad un vero e proprio genere letterario sperimentale. A prova del fatto della ritrovata popolarità e vitalità del genere c’è l’annuale Interactive Fiction Competition, arrivata, nella sua ultima incarnazione, alla tredicesima edizione. Mentre il genere negli anni è maturato, i software che si prefiggono lo scopo di rendere queste opere utilizzabili sui nostri personal computer sono rimasti ancorati ad anacronistici esercizi di non-stile grafico e tipografico.

Gargoyle

Gargoyle cerca di colmare questa lacuna e proietta l’estetica e la funzionalità dell’Interactive Fiction nei paradigmi di questo millennio. Un software senza fronzoli, multiformato, essenziale. Alla base di Gargoyle c’è una precisa analisi di stile e forma, per spremere il massimo da quelli che fino a poco fa erano solo degli ammassi di pixel grigi su sfondo blu. Con Gargoyle le avventure grafiche trovano una dimensione letteraria anche nella loro presentazione.

Se siete in vena di sperimentazione e avete qualche minuto libero, provatelo con 9:05.

2 commenti su “Interactive Fiction con stile

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.