Minecraft raggiunge il milione di copie vendute

Minecraft ce l’ha fatta e ha raggiunto la strabiliante cifra (per un titolo indie) di un milione di copie vendute. La cifra è ancora più eccezionale se si considera il fatto che il gioco non è neanche stato pubblicato ufficialmente e che attualmente è ancora in beta, dopo aver superato una lunga fase alpha.

Oggi, su Minecraft sono al lavoro ben… due persone. Notch, alias Markus Persson, alias il papà di Minecraft, descrive così, sul suo blog, il processo di sviluppo:

Basically, any developer working on the game (two people at the moment) can just come up with something they’d want to add on a day-to-day basis, as long as the rest of the team thinks it’s a decent idea. If it ends up being fun, it gets added.

Insomma: idea originale, successo straordinario, libertà creativa e sviluppo artigianale… è tutto troppo bello per essere vero. Dov’è la sola?

8 comments on “Minecraft raggiunge il milione di copie vendute

  1. La sòla è che sti mangianeve sono legati al soldo e lo vendono a cifre assurde!
    E per fare l’indie snob ha pure detto no a un accordo con Steam che avrebbe sicuramente giovato a entrambi (prezzo ribassato –> più copie vendute).

  2. ha avuto successo perché è qualcosa che merita.
    Avrebbe avuto lo stesso successo, magari meno veloce e improvviso. Non può non piacere, é come le lego.

    Alla fine lo sviluppatore é la community, notch é un dipendente che si intasca tutti i soldi. Fosse possibile sarebbe già stato licenziato da tempo data la sua incompetenza.

    L’idea non é geniale ma é un uovo di colombo. Nessuno l’aveva mai portata ad un buon livello di sviluppo.

    Se lo merita questo milione di copie?(il gioco intendo)

    si. a 10 euro è ottimo.

    a 15 no visto che poi non avrete le espansioni e lo sviluppatore è molto lento nell’aggiungere roba e lentissimo nell’aggiungere roba che funziona. Aspettate la versione finale a sto punto, sempre che arrivi entro il 2012.

    Un gioco del genere sviluppato a punto con un sacco di roba in più lo prenderei a prezzo pieno tranquillamente.

  3. @Mr Rud

    Non credo,

    Al di là degli innegabili meriti, il fatto che ne parlassero praticamente ovunque (ovvero: pubblicità diffusa) ha contribuito non poco al successo, secondo me.

  4. al successo immediato. Poi stop. C’è anche una modalità gratuita di prova nettamente inferiore ma che può garantire diverse ore di gioco. Se non gli fosse piaciuta non lo avrebbero comprato no?

  5. Ragazzi, guardate la data del video: ne avete sentito parlare veramente prima del 25 agosto ?

    Io non voglio togliere meriti a Minecraft o a Notch. ma il fautore del video, Seananners, aveva 250.000 iscritti al tempo (+ o – ovviamente), e lavora per machinima, la quale ammonta a 750.000 iscritti.

    Un bacino di utenza eccezionalmente grande per un titolo indie, per non contare il fatto che il tipo di marketing è assolutamente originale: niente PR, teasers, etc ma semplicmente esperienze di gioco varie come solo un sandbox può offrire.

    Che poi possiamo indicare tutti i motivi per cui la gente ha deciso di comrparlo e continua a giocarci, ma è inutile girarci intorno: il boost di notorietà è partito da quì

  6. Minecraft è una figata che caga in testa alla maggior parte dei videogiochi attualmente in commercio.
    Detto questo, ho smesso di giocarci perchè ci perdevo un quantitativo di ore spropositato.
    10 euro sono niente se pensate al potenziale infinito di ore di gioco.

Leave a Reply