Perfect Score

Amico fanatico dell’Xbox 360 (chissà se si degnerà mai di leggere questo blog): “GTA IV è un cazzo di capolavoro, è molto meglio di Halo 3.”
Io: “Ma Halo 3 non era il meglio del meglio che meritava il suo 10 a mani basse?”
Lui: “GTA IV è meglio. È da 10. Anzi è da oltre 10.

Questa battuta mi ha fatto sorridere. Sostanzialmente mette fine a tutte le polemiche sull’utilità dei voti numerici e sul loro valore effettivo. Soprattutto rende evidente l’assurdità dei perfect score (in questo caso intesi come i voti più alti assegnabili con un dato sistema di valutazione, ad esempio 10/10 o 100%) che, a parte sottolineare l’eccellenza di un tal prodotto, confondono e fanno partire un gioco al rialzo senza fine.

Se un gioco da 10 è migliore/diverso di un altro gioco da 10 come si fa ad accettare logicamente che entrambi abbiano un 10 a rappresentarli?

Un altro paradosso è che la valutazione massima ottiene l’effetto di sottolineare più i difetti dei pregi, come avvenuto nel caso di Halo 3 e come sta avvenendo con GTA IV (che non giudico in mancanza di una prova su strada) che porta molti a chiedersi come faccia a prendere 10 (100, ABC, cinque Emack d’oro e così via) un gioco con anche un solo difetto. Ad esempio molti hanno sottolineato come l’ultima fatica della Rockstar sia strutturalmente identica ai precedenti capitoli, cosa a cui non fatico a credere.

È paranoia, certo, ma è una paranoia che nessuno s’impegna a mitigare e che, anzi, non si fa altro che alimentare con l’abuso di perfect score e recensioni sperticate negli elogi, che sembrano scritte più da un addetto del marketing che da “critici” (sull’esaltazione infantile del redattore-tipo esperto di videogiochi andrebbe scritto qualcosa a parte) formati e capaci di discernere ed indirizzare il lettore.

18 commenti su “Perfect Score

  1. La valutazione di un prodotto complesso come un videogioco è sempre un problema: paradossalmente è più facile valutare un disco.

    Personalmente io, con me stesso, ho sempre adottato questa politica: se PER ME il gioco è bellissimo e non mi stufa e non trovo difetti, allora è da 10.
    Ovviamente tutto secondo il MIO punto di vista.

    Per esempio: per me è Halo3 è da 10, così come KOTOR1 o Monkey Island 1 e 2.

    Poi quello che dicono le riviste mi importa poco o niente 😀

  2. effettivamente la valutazione del gioco in sè, è molto soggettiva.
    secondo me però l’abuso del perfect score è da imputare al fatto che in questa “next generation” di innovazione se ne sono viste poche, e per far risaltare i titoli gli si piazza 10, 100 ed emack d’oro a pacchi.

  3. Bene bravo, 7+ 😀

    Ormai lo sappiamo che i voti numerici sono più una moda e un modo facile per generare hype e per classificare subito un gioco per il pubblico che non ha voglia (o tempo, o entrambe le cose) di stare a leggersi una recensione. Pubblico stesso che alla fine neanche bada più di tanto al valore di quello specifico voto. Ha preso 10, per tanti basta e avanza per catalogare il gioco tra le “figate spaziali da comprare”, aldilà dei pregi, dei difetti, e così via. Io da un po’ di tempo a questa parte prendo tutto con due belle grosse molle, anche perchè leggere un voto non mi basta per convincermi a fare un acquisto, per me serve leggere una recensione, per capire se è un gioco che merita i miei soldi o meno.

  4. beh diciamo che io sono un pò pigro e diciamo che il voto numerico mi aiuta a vedere la validità del titolo.
    ovviamente la recensione la leggo tutta nel caso il titolo in questione deve essere comprato dal sottoscritto, è così che mi son salvato da ProStreet e un paio di giochini PSP che mi avevano attirato 😀

    P.S: il 7+ l’hai dato a me? 😀

  5. Personalmente ritengo inutili anche le recensioni. L’idea del redattore è un’idea come quella di chiunque altro (in particolare qui in Italia), quindi soggetta a pregi e difetti del tutto soggettivi.

    Per questo nel mio messaggio ho spinto molto sul “SECONDO ME” 😀

  6. Bada che quando io parlo di recensioni mi riferisco a qualsiasi recensione, che sia fatta da un redattore di una rivista o che si fatta da un utente qualunque di una comunità chedirsivoglia. E nota, ho usato il plurale, perchè ovviamente per farsi un’idea più o meno chiara non è ovviamente sufficiente leggerne una sola proprio per i motivi che hai elencato (pregi e difetti soggettivi). Leggerne tante però aiuta a scremare quali sono i parametri soggettivi usati nella recensione e a capire quali sono i pregi ed i difetti oggettivi di un gioco.

    @Grezzo, mi riferivo al Karat. Comunque è una citazione. :asd:

  7. Io credo che anche leggerne cento non aiuta. Non perchè il videogioco sia un prodotto tanto complesso da dover essere sviscerato in mille modi per essere capito, ma perchè l’unico modo per capire se un gioco piace o meno è provarlo.

    Quindi benvengano le demo, benvengano gli amici early birders, ben vengano i totem col gioco nei centri commerciali. Ben venga chiunque ci consenta di provare il gioco.

    Proviamo a pensarci: per leggere dieci recensioni ci mettiamo tipo 3 ore: dobbiamo cercare leggere, interpretare, scremare e discernere.
    Se ci giochiamo, in tre minuti capiamo se un gioco ci piace o meno.

    Le recensioni di videogiochi non servono a nulla 😉

  8. I voti servono per chi è un consumatore molto attivo, onnivoro e segue il mercato da vicino, ma che deve ancora formare i propri gusti e comprendere le proprie esigenze.

  9. @Monops
    Sono assolutamente d’accordo con te. Io mi sono dimenticato di aggiungere che il ragionamento di prima (ossia quello di leggere il maggior numero di impressioni, hands-on vari) può risultare utile se non si ha la possibilità di provare il gioco, ovviamente. E’ logicamente più sensato, se si ha la possibilità di farlo, provare il gioco in prima persona.

  10. A me pare che il post sia mezzo vuoto.

    Non capisco mica perchè non si possano dare i 10 nè perchè questi dovrebbero rappresentare la perfezione assoluta nè perchè abbia un minimo senso paragonare il 10 di halo 3 a quello di GTAIV.

    Il voto è un giudizio di valore, non di paragone.

    Porre 7,8,9 a 3 diversi giochi non li pone certo in diverse posizioni di un ideale podio…

    Se un gioco da 10 è migliore/diverso di un altro gioco da 10 come si fa ad accettare logicamente che entrambi abbiano un 10 a rappresentarli?

    Secondo me è sbagliato porre una domanda del genere. E’ sbagliato pensare che i giochi siano in relazione perchè prendono un voto numerico.

  11. xMaelzel:
    La relazione non la stabilisce il voto, ma il sistema che lo attribuisce.

    xMonops:
    Le recensioni sono inutili se le si legge (e scrive, perché no) come consigli per gli acquisti.
    Ma ti dirò di più, perché non considero inutili solo le recensioni dei videogiochi, ma anche quelle dei film, dei dischi dei libri ecc se si limitano a consigliare o sconsigliare l’acquisto. Basterebbe ridare alle recensioni il loro ruolo.

  12. x Karat
    Non lo so: quel che dici è giusto, però continuo a ritenere che una prova di cinque minuti ad un gioco supera completamente la lettura di tutte le recensioni e le preview.
    Ad oggi, poter provare un gioco (legalmente) non è più un problema, quindi le recensioni perdono il loro ruolo. Magari diventano interessanti nel momento in cui commentano un gioco già uscito da tempo, ma a quel punto ovviamente non sono più recensioni, ma… boh… “focus on” sul gioco? 😀
    In genere apprezzo molto i focus sui vecchi giochi che fa Edge, anche se a volte fa troppa la colta e finisce per snaturare completamente quello che i designer del gioco volevano trasmettere. Magari non volevano trasmettere “niente” (cioè, niente di complesso), però Edge ci trova di tutto 😀

    Per quanto riguarda Halo3, è l’FPS che mi ha intrattenuto e divertito più di qualunque altro FPS negli ultimi anni, quindi per me è 10. “The Darkness” mi ha sollazzato tantissimo, ma non certo per il gameplay.

  13. No, il sistema è quello che pone dei criteri con cui i giochi si guadagnano un voto piuttosto che un altro.

    Non ha proprio senso pensare che dare dieci a GTAIV lo faccia diventare confrontabile con il dieci dato anni fa a Ocarina of Time.

    Non è così che debbono funzionare i voti.

  14. GTAIV è sì un bel gioco, ma tuttavia è sopravvalutato: ho visto recensori perlopiù seri dargli voti come 9.8 su 10…. cioé a 0.2 dalla PERFEZIONE???? Ed ecco perché non leggo più le recensioni….

    E’ successo anche con Halo 3, che perdipiù è anche un gioco davvero mediocre.

    E che dire di Assassin’s Creed? Gli han dato 9 e più, mentre è un gioco che non va oltre il 7 (leggasi: appena cominci a giocarlo, il 9 sembra quasi che lo meriti, ma dopo una sola ora già scende di molto il voto).

    E che dire di Lair, che invece è l’altra faccia della medaglia, avendo preso, per contro, voti TROPPO bassi?

    Insomma: le belle recensioni di una volta non esistono più, ed è per questo che ho completamente spesso di leggerle. E poi si dice che Internet porta solo cose positive…. quando le recensioni erano solo cartacee, erano molto più serie, simpatiche ed affidabili.

  15. le recensioni sono peggiorate da quando il giro di miliardi intorno all’industria videoludica ha sforato il miliardo di dollari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.