shit game

snap003_resize.jpg

shit game è un gioco abbozzato, rozzo, elaborato nel gameplay ma per nulla rifinito. Un capolavoro, insomma.

E’ la negazione della ricerca dello stile, uno scarabocchio disgnato su un foglio di carta mentre un professore spiega qualcosa di particolarmente noioso.

E’ un platform popolato da mostri che sembrano uscire più da un test di psicologia infantile che da un’elaborata visione artistica.

Paradossalmente, nella sua precaria radicalità visiva, shit game risulta compiuto e si lascia giocare, suscitando disincanto e rimanendo impresso per quello che è: la rappresentazione dell’indolenza della scena indie, un’opera in un certo senso cruda e piena di ironia.

Ma è anche un gioco che non vuole prendersi troppo sul serio e che è stato sviluppato in una settimana… e quindi non vale la pena di prendere troppo sul serio neanche me.

snap005_resize.jpg

snap009_resize.jpg

snap011_resize.jpg

SHIT GAME

6 comments on “shit game

  1. Dal video sembra davvero simpatico; alla fine si sente addirittura una musichetta che richiama i fasti del PC Engine. 😀
    PS: Piccola puntualizzazione, sul blog dell’autore c’è scritto: “I developed it in about a week” (in una settimana circa, non in un week end).

  2. Provato. Ci sono dei brani midi di hit anni ’90 tipo Don’t Speak dei No Doubt e Walking on the Sun degli Smashmouth. La musica del titolo è invece Spice up Your Life delle Spice Girls! 😀
    A parte questo, “esprime qualcosa” con molto humour, riesce ad essere piuttosto immaginifico.
    Peccato che mi sia bloccato nel livello oscuro (se non trovi la porta i livelli si ripetono in loop.

Leave a Reply