Produzioni multimediali interattive e conferenze improvvisate

Può capitare che all’una e mezza di notte accendi Messenger per vedere chi c’è in linea, giusto per il gusto di scambiarsi qualche parola prima di andare a letto. Qualcuno c’è, e dopo qualche minuto mi saluta Andrea Rubbini (Coolcat).

Second Life e TetrisGli chiedo cosa ne pensa della definizione “contenitore” che mi sento di usare per mettere nella stessa cesta sia Tetris che Second Life, ossia “produzioni multimediali interattive”.
In uno slancio romantico avevo inizialmente pensato di chiamarle “opere” multimediali interattive, ma non sarebbe stato corretto. Sarebbe bello però riuscire a dimostrare perché in determinati casi queste “produzioni” si possano chiamare opere. “Produzioni intermediali” suonerebbe meglio, ma forse non va bene comunque, la multimedialità di tali produzioni non è necessariamente simultanea.
Fatemi sapere cosa ne pensate.

Perché mi va di utilizzare così il mio tempo? Una domanda che mi faccio con Andrea, il quale mi dice a sorpresa che si chiedeva la stessa cosa. Sicuramente perché lo trovo intellettualmente stimolante, ma anche per non buttare nel cesso tutto quello che posso aver appreso dalle mie esperienze interattive. Se poi quello che pubblico può interessare a sua volta anche altre persone, allora posso essere veramente sicuro di aver fatto qualcosa di buono.

Questo è sempre valso per me, dal momento in cui ho deciso di collaborare con Retrogamer.it nel lontano 2004, passando per Game Is Now, fino all’avvento di Radiogame l’anno scorso. Voglio capire, voglio ricordare e analizzare, ma voglio anche divertirmi e creare.

Certo, mettersi a fare qualcosa a fondo perduto a 27 anni è quasi da imbecilli. In questo periodo ho più tempo a disposizione; quando ricomincerò a lavorare (e farò di tutto perché non sia solo un altro impiego per pagare l’affitto) voglio illudermi di poter continuare a portare avanti tutto il resto. Forse dovrò arrendermi e lasciar perdere progetti in corso e sogni nel cassetto. Ma ora sono qua e mi va di fare questo.

E a quanto pare va di farlo anche ad altri.
Era da un po’ di tempo che cercavo qualcuno sintonizzato sulla mia stessa frequenza, e questo è stato possibile solo su Ars Ludica.
Smettiamo di parlare di me, che sono una specie di outsider che gravita intorno a diverse community: parliamo di chi ha portato avanti per anni un progetto culturale, informativo, giornalistico e soprattutto veramente libero sulla “cosa” videoludica. O multimediale interattiva, se preferite. I loro nomi compaiono nella colonna di sinistra: lasciatemi ringraziare e incoraggiare “la vecchia guardia” di AL per la loro costanza e onestà intellettuale.

DS MessengerTorniamo a Messenger: invito Michele Melis (Walker) a raggiungere me e Andrea. Vedo che online si trova anche Luigi “ABS” Ruffolo. Invitiamo anche lui. E scatta la domanda:
“come stabilire la presenza di un criterio autoriale nelle produzioni multimediali interattive”?

La conferenza improvvisata ha appassionato i presenti e, finalmente, abbiamo avuto un’occasione di confronto molto meno monca e più costruttiva, più dinamica, magari anche più grezza ma più vera rispetto al forum.
I mezzi di comunicazione non ci mancano ovviamente; il difficile è trovare gente realmente interessata nei momenti giusti, o che abbia voglia di organizzare delle tavole rotonde online.

Abbiamo solo provato a mettere insieme qualche pezzo di Lego, prendendone qualcuno in prestito dalle varie costruzioni che si ergono al di fuori dei confini del nostro Paese e all’interno del regno dei cosiddetti “game studies“, per trovare delle risposte alle nostre domande ancora aperte.
Ma ci siamo salutati con nuove prospettive, nuovi punti di vista sui cui riflettere.

Se volete leggere la nostra conversazione, cliccate qui.

Se avete intenzione di partecipare a una prossima chat o audioconferenza fatevi vivi in questa sezione.
Vi aspettiamo, eh? 😉

6 commenti su “Produzioni multimediali interattive e conferenze improvvisate

  1. Noto con piacere che state abbandonando il lato oscuro nei nickname, peccato io non abbia trovato l’opzione relativa nella sezione profile.

  2. @ Galdr: prova a mandare un PM a Luigi “ABS” Ruffolo o StM. 😉

    @ Karat: non mi ero svegliato, ero ancora in piedi. 😀

  3. Davvero bravi, se discuterete anche di game design fate un fischio che accorro volentieri 😉

  4. Ovviamente puoi proporci qualcosa Shaka, chiunque voglia portare il proprio contributo è il benvenuto, io sarei molto interessato ad approfondire un discorso sul game design : )

  5. Grazie Michele, hai risposto per me. Hai il cognome minuscolo! 😀
    Comunque organizziamo con Shaka sul game design (magari prepara una domanda iniziale), vediamo se tutti possono via voce.

    Munitevi di microfono.. 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.